Soget, il contratto sotto la scure dell’Autorità di Vigilanza

Redazione
Da Redazione febbraio 8, 2014 14:01

Soget, il contratto sotto la scure dell’Autorità di Vigilanza

SogetAl vaglio il contratto della Soget per verificarne la legittimità. Il segretario generale dell’ente ha inviato un quesito all’autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavoro che passerà ora al setaccio tutte le postille dell’atto siglato dal Comune e la società di riscossione tributi. Sotto la lente di ingrandimento anche i documenti prodotti dal funzionario del servizio economico del comune. L’Autorità chiamata in causa dovrà ora valutare la regolarità dell’affidamento, l’economicità di esecuzione del contratto, l’osservanza della normativa in materia. Entro fine mese dovrebbe già arrivare la risposta. In caso di parere negativo risulterà non valida la gara e nullo l’affido. L’amministrazione, però, ha già di fatto ammesso l’errore attestando la mancanza di un atto di indirizzo prima del contratto. Un dato saltato fuori nel corso dell’ultima assise, dedicata alla vicenda Soget ed alla discussione di presunte irregolarità, che rende il procedimento viziato.

Dopo il confronto in aula è stata anche avviata la procedura per sospendere in autotutela l’attività della società ed innescata proprio la verifica di eventuali inottemperanze ed atti vessatori verso i contribuenti. Nella mozione, partorita dopo ben sei ore di discussione infuocata, sono stati quattro i punti approvati all’unanimità. Il documento redatto da maggioranza ed opposizione insieme ha dato «mandato agli uffici competenti di analizzare eventuali inadempienze ed atteggiamenti di malagestione e procedere con attività consequenziali». Inoltre, dopo aver rilevato la già denunciata mancanza dell’atto di indirizzo in riferimento a precedenti delibere di consiglio comunale è stato chiesto «un parere preventivo sia per una eventuale revoca sia per un annullamento in autotutela, garantendo che l’evasione accertata e riconosciuta sia riscossa. Richiesta di sospendere gli avvisi della Soget. Laddove ciò non fosse possibile, che le quote di evasione, già riconosciute dai contribuenti, siano acquisite dal comune e messe a ruolo per ridurre le tariffe Tarsu del 2014». Stabilita anche una definizione agevolata dei tributi comunali con l’abbattimento delle sanzioni e degli interessi.

Rossella Liguori

 

Redazione
Da Redazione febbraio 8, 2014 14:01

Seguici su…