Sicurezza, il giallo della videosorveglianza

Redazione
Da Redazione aprile 14, 2015 10:38

Nicola LaudisioArriva il nuovo piano sicurezza, ma spunta il giallo sulle telecamere del sistema di videosorveglianza. Non si sa dove siano posizionate, non si sa quante siano realmente in funzione, non si sa che tipo di immagini rilevino. Ed a rivelarlo è proprio l’assessore alla pubblica sicurezza, Nicola Laudisio. Lo ha fatto nel corso del consiglio comunale monotematico dedicato al problema dei controlli, del monitoraggio e della sicurezza sul territorio dopo l’escalation di furti, gli atti di vandalismo, i reati contro l’ambiente. Laudisio è stato lapidario in aula, svelando addirittura che “il comando vigili fino a dieci giorni fa non aveva neppure le password del sistema”. L’assessore ha messo in fila tutti i dubbi sull’impianto di telecamere e su una relazione che ancora non gli è stata fatta pervenire dagli uffici competenti nonostante le richieste avanzate. “Non ho problemi a dire che ancora non riesco ad avere una relazione precisa sull’operato del sistema di videosorveglianza – ha sottolineato Laudisio – So che ci sono circa 23 telecamere, ma è vero che non so come funzionino, dove siano e se siano tutte attive. E questo perché nessuno mi ha fatto avere, nonostante le richieste, un documento. Addirittura, il comando dei vigili non aveva neppure le password per accedere, e le ha avute non più di dieci giorni fa. Questo è un problema importante che va risolto”. Nel corso dell’assise sono venuti fuori anche i numeri che mancano a garantire il controllo. Sono pochi i vigili urbani. A Sarno ce ne vorrebbero 38 e Laudisio spiega: “Non ne abbiamo, ce ne sono 8 e lavorano a turno. Così l’area a traffico limitato spesso diventa una barzelletta”. All’unanimità è passato il nuovo piano della sicurezza, dopo aver valutato il documento presentato dalla opposizione e la mozione della maggioranza. Si partirà dalla collaborazione interforze, il successivo coinvolgimento delle associazioni di volontariato e protezione civile. Poi sarà prevista la videosorveglianza anche nelle periferie. In attesa del resoconto delle telecamere già esistenti. 

 

 

 

Redazione
Da Redazione aprile 14, 2015 10:38

Seguici su…