Sarnese, urge il cambio di passo e di mentalità

Redazione
Da Redazione aprile 17, 2018 09:44

Sarnese, urge il cambio di passo e di mentalità

La sconfitta con la Frattese mostra che la Sarnese non ha il carattere per affrontare con piglio partite cruciali per la propria stagione. Con i napoletani, i granata avrebbero dovuto giocare una gara di estrema determinazione per arrivare alla vittoria che avrebbe significato un enorme salto verso il traguardo stagionale della salvezza. La Frattese era venuta allo Squitieri con l’idea che, in due partite (Sarnese e Pomigliano), si giocava una intera stagione. Ha lasciato sfogare i ragazzi di Condemi e, poi, li ha colpiti con l’unico, vero tiro in porta. La Sarnese non ha vinto in casa un solo scontro diretto. In trasferta si esprime meglio che tra le mura amiche. Dove non è costretta a fare la partita, la squadra si sente a suo agio. Manca maturità e personalità. Il prossimo turno prevede un’altra trasferta difficile a San Severo. I pugliesi, vincendo, si rimetterebbero in corsa per la salvezza diretta. Poi, le gare con Picerno e Francavilla, la prima già salva, la seconda in attesa solo della matematica. Per la Sarnese sono tre partite che non può più permettersi di sbagliare per evitare la lotteria dei play out. I calciatori sembrano in calo fisico e l’attacco non punge più. Elefante sembra l’unico in palla, ma male assistito. Manfrellotti, arrivato nel mercato di riparazione, non finalizza come al suo arrivo. Talia continua a giocare ad intermittenza e Calemme, quando è in palla, predica nel deserto. La Sarnese, contro la Frattese, nel primo tempo, ha avuto almeno cinque palle che potevano avere un esito diverso. Nessuna è stata sfruttata. Dopo il gol, non si è vista la reazione. Per salvarsi, occorre cambiare registro. Condemi ha ragione quando dice che occorre fare tesoro degli errori. Ora, bisogna essere conseguenziali.

Redazione
Da Redazione aprile 17, 2018 09:44

Seguici su…