Sanremo 2015 – conosciamo i Big. Malika Ayane :”Adesso e qui” (Nostalgico presente)

Redazione
Da Redazione gennaio 22, 2015 15:46

Malika Ayane è nata a Milano nel 1984. La sua formazione musicale ha inizio al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano dove dal 1995 al 2001 studia Violoncello. Parallelamente, fa parte dell’ensemble del Coro di Voci Bianche del Teatro Alla Scala in cui, oltre al ruolo di corista, esegue spesso parti solistiche lavorando, già adolescente, con direttori d’orchestra del calibro di R. Muti,  R. Chailly e G. Sinopoli.   Nel 2008 esce il suo primo disco “Malika Ayane” (su etichetta Sugar e prodotto da Ferdinando Arnò). L’album è un crocevia di talenti: il maestro Paolo Conte, che regala a Malika il brano inedito “Fandango”, Giuliano Sangiorgi (autore di “Perfetta”) e Pacifico (che firma “Sospesa” e “Contro vento”).  Il disco contiene inoltre due brani “Briciole” e “Il Giardino dei Salici” di cui Malika è co-autrice con Ferdinando Arnò. Il successo radiofonico del singolo “Soul Waver”, scelto come soundtrack del telefilm americano One Three Hill, raddoppia nella più nota versione italiana “Sospesa” (con la partecipazione di Pacifico) ma è con la successiva “Feeling Better”, che resta ai vertici dei brani più trasmessi dalle radio per oltre 4 mesi, che Malika conquista il grande pubblico e riceve una calorosa accoglienza anche dalla critica musicale. “Feeling Better” diventa infatti un “tormentone”. Nel marzo 2009 Malika Ayane partecipa al Festival di Sanremo con il brano “Come Foglie” (testo e musica di Giuliano Sangiorgi, prodotto e arrangiato da Ferdinando Arnò) e vince il Premio Radio e Tv (la canzone è contenuta nella riedizione dell’album omonimo).  Subito dopo Sanremo Malika è anche protagonista musicale della colonna sonora del film “Generazione 1000 euro” con i brani “Feeling Better”, “Moon” e “Soul Waver” (contenuti nel suo omonimo album d’esordio). Nella primavera ed estate dello stesso anno, a seguito del terremoto in Abruzzo, Malika partecipa a due importanti progetti di raccolta fondi: “Domani – Artisti Uniti per l’Abruzzo” (brano cantato insieme a Jovanotti, Zucchero, Ligabue, Franco Battiato, Carmen Consoli e molti altri) e “Amiche per l’Abruzzo” (concerto evento allo Stadio San Siro che la vede al fianco di Laura Pausini, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia ed Elisa). Il tour dell’esordio è un grande successo di pubblico e critica e vede Malika raccogliere consensi in tutta Italia e approdare nel tempio della musica jazz: il Blue Note di Milano. Il 2009 si conclude con due ulteriori successi: Malika partecipa nel brano “Blue Christmas” di Andrea Bocelli, contenuto nell’album dal successo di livello mondiale “My Christmas”. L’interpretazione dell’artista è talmente straordinaria che Bocelli decide di coinvolgerla in un tour nel Regno Unito. Il secondo evento gratificante dell’anno è la richiesta da parte di Carlo Virzì della reinterpretazione del brano “La prima cosa bella” , portata al successo da Nicola di Bari, quale colonna sonora dell’omonimo film girato dal regista toscano. Il brano, di pari passo con la pellicola (candidata agli Oscar come miglior film straniero), riscuote ampio successo da subito, affermandosi ancor oggi tra i più amati dal pubblico e conquistando il Disco Di Platino. Nel febbraio 2010 esce il secondo album “Grovigli” (su etichetta Sugar e prodotto da Ferdinando Arnò) in contemporanea con la partecipazione al Festival di Sanremo con il brano “Ricomincio da qui”, testo scritto da Malika e Pacifico. Con questa canzone vince il prestigioso Premio della Critica, ma la sua esclusione dalla vittoria scatena la rivolta degli orchestrali i quali, appallottolando i loro spartiti in segno di protesta, lasciano alla storia del festival un’immagine indimenticabile. Ospite eccellente dell’album “Grovigli” è Paolo Conte che duetta con lei nell’inedito “Little Brown Bear”, scritto dallo stesso Conte, a cui Malika dedica anche la cover “Chiamami Adesso”. L’album contiene, oltre ad un duetto con Cesare Cremonini dal titolo “Believe in Love”, anche la già citata reinterpretazione de “La prima cosa bella”, brano che le farà vincere il premio Videoclip Roma Special Award “Cinema Meets Music”. In primavera Malika viene invitata a cantare “La prima cosa bella” ai David di Donatello. Durante lo stesso prestigioso evento ha l’onore di premiare Ennio Morricone per il riconoscimento alla colonna sonora del film “L’uomo che verrà”. Sempre nel 2010 riceve il premio agli MTV Europe Music Awards per la categoria “First Lady”. Il successo del “Grovigli Tour”, con date sold out in tutta Italia, è tale da portare Malika ad esibirsi oltre confine e fare tappa anche in prestigiosi club europei passando per la Germania, la Francia fino ad arrivare in Sud Africa. Questi successi consacrano Malika, a tutti gli effetti, come interprete raffinata, elegante e di grande talento. Sulla scia del successo del live nell’autunno 2011 esce il progetto “Grovigli Special Tour Edition, un’edizione speciale dell’album “Grovigli” che supera le 100mila copie vendute (cd e dvd che raccontano in musica e immagini la più recente esperienza discografica e live di Malika). L’edizione speciale è impreziosita da “Hello!”, brano cantato in duetto con Cesare Cremonini, e dall’inedito firmato da Pacifico “Il giorno in più”, struggente ballata prodotta da Malika Ayane stessa (arricchita da archi e fiati arrangiati da Alexander Balanescu) che sarà anche uno dei temi originali dell’omonimo film tratto dal libro di Fabio Volo. Durante il 2011 l’album “Grovigli” ottiene il disco di platino. Nel 2012, per il lungometraggio "Tutti i rumori del mare" di Federico Brugia, Malika partecipa al film con un cameo e compone il brano dei titoli di coda "Grovigli" (contenuto nel successivo disco di inediti “RICREAZIONE”). Il film vince festival italiani e internazionali. Nello stesso anno al Festival CORTINAMETRAGGI 2012, Malika riceve il premio come Miglior Attrice Rivelazione per la sua interpretazione nel cortometraggio dal titolo “Perfetta” (con la regia di Federico Brugia). A settembre 2012 esce l’atteso terzo disco di inediti “Ricreazione”(su etichetta Sugar), il primo da produttrice artistica, che vanta grandi collaborazioni come quelle di Paolo Conte, Pacifico, Tricarico, Boosta, The Niro, Paolo Buonvino e altri. L’album contiene inoltre un brano inedito di Sergio Endrigo (solo nella parte musicale). Il disco, registrato da Donald Hodgson (che vanta collaborazioni con artisti di fama mondiale come Sting ), ha avuto il privilegio di ospitare musicisti del calibro di:  Bireli Lagrene (chitarrista apprezzato a livello mondiale), Mauro Ottolini (stimato polistrumentista), Vincenzo Vasi  (uno dei pochi suonatori di theremin) e Daniele Di Gregorio (noto vibrafonista). Il disco esordisce in radio con il trionfo di “Tre Cose”, rimasto per mesi in vetta alla classifica dei brani più trasmessi dai network radiofonici. Tra novembre e dicembre Malika, accompagnata da una band di 10 musicisti, gira l’Italia con Il Ricreazione Tour, live teatrale che vede per la prima volta Malika nel ruolo di produttrice artistica e che si conclude a Milano con un doppio spettacolo al Blue Note. Il cantautore Francesco De Gregori, grande estimatore dell’artista, la invita a duettare nel suo disco “Sulla strada”, nei brani “Omero al cantagiro” e “Ragazza del ‘95”, singolo di lancio dell’album pubblicato nel novembre 2012. Durante il 2013 Malika Ayane partecipa al Festival di Sanremo con i brani “Niente” e “E Se Poi” (scritti da Giuliano Sangiorgi e arrangiati e prodotti dalla stessa Malika) e si classifica al 4° posto con “E se poi”. Entrambi i brani riscuotono un grande successo radiofonico. Tra aprile e maggio torna ad esibirsi nei principali teatri italiani con il “Ricreazione Tour” confermando il grandissimo successo del live sia per il pubblico che per la critica. A maggio Malika viene scelta come madrina della finale di TIM CUP e canta l’Inno Di Mameli allo Stadio Olimpico di Roma tra gli applausi di entrambe le tifoserie del derby Roma-Lazio. Durante i primi mesi dell’anno “Ricreazione” raggiunge il disco d’oro che a giugno le viene consegnato a Roma in occasione dei Wind Music Awards. Sempre a giugno, in diretta su Radio2, Malika scrive, conduce e firma la sigla del programma “Sold out: incidenti di percorso” dove ospita artisti del calibro di Fiorello, De Gregori, Procacci e altri. Successivamente riparte la terza parte del RICREAZIONE Tour, in versione estiva, che vede Malika, accompagnata dalla sua band, fare tappa in 50 città italiane e in festival e rassegne prestigiose. La tournée si conclude a ottobre, registrando ovunque grande successo di pubblico e critica e confermando ancora una volta il talento di questa artista, unica nel suo genere. A novembre la Sugar pubblica “Neve Casomai”, quinto e ultimo singolo estratto dal fortunato progetto “Ricreazione”, disco rimasto per un anno (53 settimane) in classifica. A dicembre Malika vola in Giappone per un mini tour live. Entusiasta ed innamorato dell’unicità della voce della cantante, il pubblico giapponese la invita a tornare presto nel Paese del Sol Levante. Dopo il successo della prima esperienza radiofonica, Malika torna in diretta su Rai Radio 2 con il suo programma “Sold Out-Incidenti di Percorso”, la Rai le propone un appuntamento fisso settimanale di venerdì, durante tutta la stagione primaverile fino a giugno 2014. Nel suo programma Malika ha modo di ospitare le più raffinate personalità intellettuali, i più grandi attori, registi e personaggi di spicco dello sport, della moda e uomini di spettacolo affermati nel panorama italiano. Il 31dicembre Malika è tra gli ospiti del Concerto di Capodanno in programma al Circo Massimo di Roma. Al termine di quest’anno l’Ayane recita nel cortometraggio” Caserta Palace Dream” di James McTeigue, regista del film “V for Vendetta”, in cui interpreta una cantante Anni ’30  “O Mistress Mine”. Attualmente sta lavorando al quarto disco di inediti, che riserverà grandi sorprese e collaborazioni per l’artista più raffinata ed elegante della musica italiana.

 

 

 

 

 

 

 

Redazione
Da Redazione gennaio 22, 2015 15:46

Seguici su…