Rapina in casa. Donne legate ed imbavagliate. Orrore a Salerno

Redazione
Da Redazione novembre 8, 2018 09:09

Rapina in casa. Donne legate  ed imbavagliate. Orrore a Salerno

Rapinati e derubati in casa da una coppia di balordi italiani che hanno agito armati e a volto scoperto. Per fortuna il colpo, dalle caratteristiche dell’arancia meccanica, non è finito in tragedia.

Il fatto è accaduto in via De Granita, ora la polizia  indaga a tutto campo. L’obiettivo è assicurare alla giustizia i responsabili che hanno agito con ferocia imbavagliando una intera famiglia per derubarli di tutto ciò che avevano in casa.

IL FATTO

Una delle vittime, un uomo, come tutti i mesi si reca all’ufficio postale per ritirare, su delega, la pensione della madre. Presi i soldi, va a casa del genitore per consegnarglieli. Una volta nell’androne del palazzo viene bloccato da due uomini, che parlano l’italiano, e sono armati di un coltello e di una pistola. I due lo prendono sotto il braccio, minacciandolo, e lo costringono a salire a casa della madre con loro. Qui ci sono la sorella dell’uomo e la nipote che facevano compagnia alla donna anziana. Quando le due donne aprono l’uscio di casa, i due malviventi entrano prepotentemente, minacciano tutti con le armi, e li costringono a sedersi su delle sedie e li imbavagliano. Prima si fanno consegnare l’importo della pensione dall’uomo e, poi iniziano a ripulire l’intero appartamento portando via monili, argenteria e altri oggetti importanti. Una volta messo a segno il colpo vanno via dimenticando la porta dell’appartamento aperto. È stato così che un vicino di casa, incuriosito, è entrato e ha trovato la famiglia imbavagliata chiusa in una stanza.

Fonte Il Mattino 

Redazione
Da Redazione novembre 8, 2018 09:09

Seguici su…