Provincia, il presidente Canfora e la coperta corta dell’ente

Redazione
Da Redazione aprile 1, 2015 15:21

Ospite alla prima ora di News in Musica il presidente della Provincia di Salerno, nonché Sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora. Viabilità, edilizia scolastica e competenze dell’ente sono solo alcune delle tematiche spulciate: “La viabilità è una tragedia – asserisce Canfora – bisogna dire che nel rendiconto siamo sotto di 3mln e mezzo, tre mesi fa eravamo a 9mln – continua il presidente – se con la legge Del Rio si fossero preoccupati di togliere strade e le scuole dalle competenze eravamo già in una posizione migliore”. Intanto parte la gara per la strada provinciale Sarno-Lavorate interrotta da 2 anni. Si parla anche dei debiti fuori bilancio 2009/13: “L’importo verrà stimato insieme ai dirigenti che tramite una direttiva dovranno metterli sul tavolo altrimenti scatteranno le sanzioni – precisa Canfora – c’è da dire che i debiti vanno morati”. Riguardo alla questione ASI il commento di Canfora trova l’insolita denominazione di “situazione ingarbugliata”, causa del TAR che, sempre a detta del presidente, addita al caso motivi politici: “Secondo me non è così – commenta – basta pensare al il caso dei consorzi che dovrebbero liquidare ma non lo fanno, ma assumono… c’è qualcosa che non va”. Sollevata anche la questione dell’aeroporto di Pontecagnano: “E’ indispensabile, ma credo che ci sia bisogno di imprenditori”. Da qui ai conti con la reale forza delle province e l’idea unione dei comuni l’unione dei comuni: “Bisogna mettere insieme i comuni di Salerno, ci ritroviamo in un momento dove le vecchie province non esistono e dobbiamo fare i conti con una coperta economica troppo corta – conclude – bisogna ragionare momento per momento”. L’impegno a palazzo S. Agostino di certo non giova in chiave di primo cittadino sarnese: “Ho sposato i comuni della provincia e non ho più vita privata – ironizza Canfora – devo chiedere necessariamente clemenza ai miei cittadini ma credo che per Sarno sia anche un onore vedere il proprio sindaco a presidio della provincia”. Tra le varie problematiche emerge quella ambientale: “Il problema mi sta a cuore ma è soprattutto Italiano – spiega il Sindaco – l’inquinamento è risultato di un processo tecnologico industriale e ciò che è successo in campania è dovuto anche ad una malavita organizzata – conclude – ci vuole l’azione repressiva e conoscitiva, la prima da parte delle forze dell’ordine, i comuni invece devono costituirsi civilmente contro questi soggetti”. Da questo punto di vista Sarno si sta attrezzando con guardie ambientali, carabinieri in pensione a scopo di aumentare la presenza sul territorio per un maggiore impegno. Da qui alla sicurezza: “In questi giorni ci sono stati furti e rapine – commenta Canfora – mi auguro che sia possibile un piccolo reddito di cittadinanza per contrastare innanzitutto la povertà”.

 

Redazione
Da Redazione aprile 1, 2015 15:21

Seguici su…