Brevi La Vetrina

Protezione Civile: diventa uno di noi… Ecco come

La protezione civile “I Sarrastri” di Sarno organizza come consuetudine negli ultimi anni un corso di formazione per il reclutamento di nuovi volontari e per rafforzare ancora di più le informazioni e il sapere tra la popolazione in materia di protezione civile.​ Il corso inizierà Domenica 1° Ottobre alle ore 8:30, durerà cinque domeniche fino al 29 Ottobre e si svolgerà all’interno della Sede dell’associazione, in via Acquarossa 63 (presso l’ex-mattatoio). Il Presidente Aniello Lenza informa: “La nostra Associazione oggi conta oltre sessanta iscritti tra soci e volontari. La parte operativa, cioè i volontari a disposizione in caso di intervento, sono circa trenta. Il corso è stato organizzato per reclutare nuovi volontari, così da aumentare il numero di unità in caso di interventi o prevenzione sul territorio, ottimizzando così l’operato della nostra Associazione, soprattutto dopo i tantissimi incendi che hanno devastato i monti del nostro territorio durante l’ultima estate. Il corso è aperto a tutti ed è totalmente gratuito. Speriamo quindi in una risposta positiva da parte della popolazione e soprattutto dai ragazzi che sono il nostro futuro”. Numerosi sono gli interventi compiuti dai volontari dell’Associazione “I Sarrastri” nel corso degli ultimi anni, dagli incendi boschivi agli allagamenti e in ultimo, tra le tante, l’assistenza sul terribile incendio che ha devastato il Vesuvio nello scorso Luglio. Il corso punta ad aumentare il numero di volontari addestrati e formati che servirà ad ottimizzare i tempi di intervento e del superamento dell’emergenza, fondamentali in campo di protezione civile. Per informazioni e adesione al corso contattare

E-mail : paisarrastri@libero.it Facebook : Protezione Civile Sarrastri oppure ai numeri 081/945281 (tel-fax) – 3391324675 (whatsapp)

Articoli correlati

Giro Campania in Rosa: prima tappa ad Elena Franchi

Redazione

Emergenza sangue, l’Avis lancia l’allarme

Redazione

Arriva il maltempo: massima attenzione nei comuni a rischio idrogeologico

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy