Pronto soccorso troppe emergenze. Gli operatori: “Non ce la facciamo. Aiutateci”

Redazione
Da Redazione ottobre 3, 2018 09:57

Pronto soccorso troppe emergenze. Gli operatori: “Non ce la facciamo. Aiutateci”

“Un pronto soccorso calibrato per 12 mila accessi, ma l’anno scorso siamo arrivai a 43 mila. Stessa cosa sarà per il 2018”. E’ la denuncia degli operatori del pronto soccorso del “Martiri del Villa Malta” di via Sarno Striano che sembrano essere ormai allo stremo e lanciano l’ennesimo allarme chiedendo ai vertici un intervento. “Un rischio per noi operatori e per i pazienti”.  Uno degli ospedali più all’avanguardia della provincia di Salerno, copre un bacino di utenza vasto che arriva fino ai paesi del vesuviano e del nolano, da tempo tampona la carenza di Scafati. Il problema resta la mancanza di personale, ma nello specifico caso che riguarda numerosissimi accessi, il pronto soccorso di Sarno necessiterebbe anche di ulteriori locali.  Il caos al triage è il primo problema che salta all’occhio appena varcato l’ingresso con file e totale assenza di privacy. Non si contano più le aggressione al personale medico ed infermieristico da parte di persone innervosite dall’attesa. La richiesta è quella di riuscire ad avere un sostegno con l’incremento del personale, tra medici ed infermieri, ma anche con più guardie giurate a disposizione per maggiore sicurezza. Il “Martiri del Villa Malta” vive da sempre una condizione complessa da ogni punto di vista. Si fatica a tenere in piedi i reparti, addirittura in alcune divisioni i camici bianchi sono stati costretti a chiudere alcune stanze e ridurre così i posti letto. Una decisione estrema dettata dalla carenza di personale. Il tutto si ripercuote, ovviamente, sui pazienti, costretti ad odissee infinite per trovare la disponibilità di ricovero, e spesso arrivano anche a Vallo della Lucania per un posto letto. Tanti gli accessi, molte le richieste ed anche le liste di attesa si allungano a dismisura. Accertamenti che attendono anche sei mesi, diagnosi, dunque, che rischiano di essere tardive.

Redazione
Da Redazione ottobre 3, 2018 09:57

Seguici su…