Prima la benedizione, poi la vittoria. La Sarnese conquista 3 punti

Redazione
Da Redazione ottobre 3, 2016 08:47

Prima la benedizione, poi la vittoria. La Sarnese conquista 3 punti

Sarnese – Sancataldese 1-0 SARNO. Prima la benedizione di don Antonio Agovino, poi la vittoria. La Sarnese lancia il primo squillo di stagione e conquista i tre punti contro i siciliani della Sancataldese. La vittoria di misura non rende l’idea di una gara nella quale i granata hanno avuto diverse palle gol per incrementare il numero delle reti. La vittoria arriva in un momento della stagione che, anche se non decisivo, era fondamentale per delineare il futuro. Una squadra giovane e inesperta in quattro giornate aveva riportato appena due punti e, in caso di sconfitta, rischiava, oltre che la crisi di morale, un risucchio sul fondo della classifica. Così non è stato e il merito è stato del tecnico Gianluca Esposito che ha finalmente dato una impronta di continuità al gruppo, che ha disputato l’intera gara con la giusta determinazione. L’undici iniziale è lo stesso schierato sia contro l’Igea che contro il Rende e il migliore in campo è stato sicuramente l’esterno Michele Talia che, con i suoi cambi di passo sulla fascia, è stata la spina nel fianco della difesa ospite, procurandosi anche il rigore decisivo. Da rivedere Di Palma che fatica ad ingranare. Al 5’, Talia si manifesta subito con una incursione sulla fascia di competenza che termina con un tiro sul fondo. Al 6’, è la Sancataldese a bussare. Corssi di Calafiore e colpo di testa di Gonzalez con Sorrentino che è già costretto agli straordinari con un colpo di reni. All’8’, è ancora Talia che si accentra, tira e sulla respinta dell’estremo ospite, nessuno è pronto alla ribattuta in rete. Al 17’, Sannia prova con un debole fedente dal limite. Al 20’, Iomazzo replica il tiro dalla distanza, ma anche lui senza fortuna. Talia continua a distribuire assist sulla sinistra. Al 32’, il giovane peperino mette l’ennesimo cross e l’incornata ravvicinata di Figliolia è centrale e favorisce la parata di Dolenti. Al buon primo tempo granata è mancata solo la rete, anche perché i siciliani, benchè ordinati, hanno poco impensierito Sorrentino. La ripresa ripresenta il motivo. Al 6’, Talia calcia di poco a lato una punizione dal limite. Al 14’, la svolta. Il solito Talia riceve palla sulla sinistra, entra in area e, al dribbling, viene atterrato da Cincotta. Rogre trasformato da Figliolia. Dopo il gol, l’attaccante sembra ravvivato e spreca anche qualche occasione. Intanto, Esposito inverte Talia e mette in campo Liccardi per dare spinta su entrambe le fasce. Al 33’, è proprio Liccardi ha indovinare un cross al bacio per la testa di Figliolia, ma il pallone si stampa sulla traversa. . al 41’, Sorrentino toglie i brividi su un tiro di Calafiore e, sul capovolgimento di fronte, Guidelli spara una fiondata dal limite sulla quale Dolenti deve far appello a tutte le sue doti per rifugiarsi in angolo. I siciliani, nel recupero, prova ad aumentare la pressione, ma senza esito.

Tabellino Sarnese (3-5-2): Sorrentino, Iommazzo, Talia, Miccichè, Cirillo, Mazzei, Sannia (38’ st Di Finizio), Langella, Figliolia (44’ st Elefante), Di Palma (22’ st Liccardi), Guidelli.. All.: Esposito. A disp.: Rizzo, Tortora, Di Marzo, De Angelis, Cacciottolo, Vacca.

Sancataldese (5-3-2): Dolenti, Cincotta (17’ st Polito), Di Marco D. (26’ st Terzo), Fragapane, Di Marco S., Baiata, Bruno, Bello, Gonzalez (41’ pt Gennaro), Prezzabile, Calafiore. All.: Marcenò. A disp.: Valenti, Chiazzese, Mulè, Maniscalco, Tammaro, Pilato. Arbitro: Tchato di Aprilia Rete: 14’ st Figliolia su rigore

Note: Spettatori 400 circa. Ammoniti: Talia, Langella, Figliolia, Cincotta, Baiata, Bruno. Angoli: Sarnese 2 – Sancataldese 4. Recuperi 1°T: 3’ – 2°T: 4′ .

Redazione
Da Redazione ottobre 3, 2016 08:47

Seguici su…

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
Seguici via Email
SHARE