Picchiavano i bambini dell’asilo. Suore sospese

Redazione
Da Redazione giugno 28, 2018 15:05

Picchiavano i bambini dell’asilo. Suore sospese

Una delle quattro suore ha cercato di comprare il silenzio della mamma di una vittima quando ha scoperto che usava violenza sul figlio. “È una vergogna anche per te, prendi i soldi”, dice la religiosa tentando di evitare guai giudiziari. Non é servito a nulla: quattro suore sono state sospese dall’insegnamento in una scuola paritaria per l’infanzia di San Marcellino, per maltrattamenti nei confronti di alunni minori. Si tratta di Josi Sapi, Dionel Loyola, Genovina Barete e Anna Porrari. I carabinieri di San Marcellino hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli Nord su richiesta della Procura aversana nei confronti delle quattro suore, rispettivamente di 76, 54, 47 e 34 anni, per le quali è stata disposta la sospensione dal servizio pubblico di insegnamento per la durata di 12 mesi.

L’indagine dei carabinieri di Aversa, diretti dal tenente colonnello Antonio Forte, è stata coordinata dalla Procura di Napoli Nord coordinata da Francesco Greco. 
Il pm aveva chiesto i domiciliari per le quattro monache ma il Gip ha respinto l’istanza accordando solo la sospensiva. 
Le suore, responsabili della gestione e delle attività didattiche della scuola paritaria, dovranno rispondere di maltrattamenti aggravati ai danni di alunni minori. Le vicende contestate riguardano  i mesi di aprile e maggio di quest’anno, sono scaturite dalle denunce presentate ai carabinieri di San Marcellino da parte dei genitori di cinque bambini, alunni della scuola, che, all’interno delle mura domestiche, avevano manifestato disagio e cambiamenti di umore chiaramente riconducibili a comportamenti subiti presso l’istituto scolastico. L’attività di indagine, condotta anche mediante l’utilizzo di videocamere, ha permesso di documentare diversi episodi ai danni dei bambini.

 

 

Fonte IL MATTINO 

Foto FrattamaggioreNews 

Redazione
Da Redazione giugno 28, 2018 15:05

Seguici su…