Lo sfogo di Squillante e D’Angelo che attaccano Mancusi

Redazione
Da Redazione febbraio 4, 2014 12:34

Decapitata la giunta: Mancusi silura gli assessori dell’Udc. Il sindaco, nella mattinata di ieri, appena messo piede a Palazzo san Francesco, ha revocato l’incarico a due esponenti centristi all’interno dell’esecutivo. Via il suo vice, Francesco Squillante, con delega alle attività produttive, fuori anche Antonio D’Angelo, assessore ai servizi cimiteriali e contenzioso. Un provvedimento partorito a poche ore dalla presentazione ufficiale del candidato a sindaco dell’Udc e Forza Italia, Antonio Crescenzo. Sembra essere iniziata a tutti gli effetti la guerra alla successione, senza esclusione di colpi. La conquista della fascia tricolore ha intanto dimezzato al giunta, messi fuori i centristi e fatti perdere i numeri alla maggioranza. Pare proprio che i due esponenti dell’Udc all’interno della giunta non siano usciti indenni dalla organizzazione degli schieramenti per le amministrative di maggio. Mancusi ha falciato di netto il suo braccio destro, Squillante. In carica dal 2009, il vicesindaco usa parole durissime all’indirizzo del primo cittadino.

«Ha dato l’esempio di padre padrone. È una lotta di partito e si dimentica la città. A quattro mesi dalle elezioni, togliere degli assessori per lasciare il posto a qualche altro è solo una strategia, anche molto bassa, per racimolare voti. Mancusi è abituato non solo ad accontentarsi, ma ad accontentare. Ha revocato la nomina a seguito di imposizioni venute da parte di chi non ha gradito l’accordo siglato tra Udc e Forza Italia. Una scelta legata ad interessi personalistici che tendono a conservare solo piccole rendite di posizione e non hanno nulla a che fare con la politica intesa come servizio per la cittadinanza. Per me come per gli altri miei amici di partito non rappresenta un epilogo, al contrario,  tutti continueremo a lavorare ancora più forti e motivati per Sarno». Sulla stessa linea D’Angelo che mette sul tavolo i numeri che oggi la maggioranza non ha più. «Non possiamo più parlare di maggioranza, di fatto Mancusi non ha consiglieri. Questo atteggiamento ha isolato il sindaco e Fdi; un modo di fare politica al quale ci siamo opposti ed il risultato è stato questo. Sono comportamenti che si commentano da soli. Noi andiamo avanti, abbiamo avviato un percorso serio e condiviso, fatto di priorità e programmazione per la città. Chi preferisce continuare nelle logiche partitiche meglio vada da solo». Rossella Liguori

Redazione
Da Redazione febbraio 4, 2014 12:34

Seguici su…