Cronaca Primo Piano

Lo aveva denunciato per stalking, lui le spacca la faccia

Le ha rotto due denti, le ha procurato un trauma cranico facciale e la tumefazione del labbro. M.A.., queste le iniziali della donna residente a Sarno, di 43 anni, già un anno fa aveva denunciato il convivente, O.P., 43enne, che qualche giorno fa l’ha picchiata di nuovo e stavolta con risvolti ancora più drammatico. Hanno convissuto per 20 anni insieme alle due figlie, fino all’epilogo. La donna assistita dall’avvocato Emanuele Esposito ha sporto nuovamente denuncia, ed ora si attendono i provvedimenti della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore. Nella notte dello scorso 24 novembre, dopo l’ennesima lite l’uomo le si sarebbe scagliato contro. La donna era arrivata al pronto soccorso del Martiri del Villa Malta, alle prime luci dell’alba, sanguinante e tumefatta. Una prognosi di 15 giorni per le varie contusioni sul volto ed  il grave trauma cranico facciale. Già un anno fa, nell’ottobre del 2013, M.A.. aveva denunciato il suo compagno, già noto alle forze dell’ordine e con precedenti penali, per stalking. La 43 enne aveva specificato nella denuncia presentata al procuratore del tribunale nocerino che “numerose sono le volte in cui mi ha picchiato cagionandomi lesioni gravi”. “Facendo un uso smodato di alcool – spiegava la donna nel documento – diventa aggressivo e pericoloso e temo seriamente per la mia incolumità”. L’uomo avrebbe seguito e minacciato anche il datore di lavoro di M.A.. ed un suo collega. “Non voleva provvedessi autonomamente al mio sostentamento, per ridurmi in condizioni economiche ancora più misere”. La 43 enne, che da oltre un anno ha completamente mutato le abitudini di vita a causa delle continue minacce e pedinamenti teme per l’incolumità delle proprie figlie. Rossella Liguori

Articoli correlati

Imam in cella. Incastrato dai suoi familiari: “Ha un fucile nascosto”

Redazione

VIDEO | “Non guardate la vita dal balcone…”, Alessandra Ferraro scrive di Papa Francesco

Redazione

Studenti dell’Erasmus a Sarno

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy