Lei lo lascia e lui mette le sue foto in siti porno

Redazione
Da Redazione settembre 15, 2017 15:18

Lei lo lascia e lui mette le sue foto in siti porno

Aveva stretto una relazione con un uomo molto più giovane di lei che affermava di essere separato. Quando però scoprì che in realtà l’ amato, non solo continuava a vivere con la consorte ma che questa stava anche per dargli un figlio, M.B., 40 anni di Cava dei Tirreni e madre di due bambini, decise di troncare la storia. Una decisione che V.C, 32 anni, non ha mai accettato. Così prima ha cominciato a perseguitare la 40enne, poi, spinto dal desiderio di vendetta, avrebbe creato ben dieci profili su altrettante chat per escort, utilizzando tre foto della donna in primo piano, ed una in versione hot foto che la donna non immaginava mai potesse finire sul web inserendo anche il numero di cellulare dell’ ex compagna. È stato l’ inizio di un incubo per la 40enne, ovviamente ignara di ciò, che ha cominciato a ricevere proposte indecenti da sconosciuti che la contattavano ad ogni ora del giorno e della notte. Ma c’ è di più perché uno di questi profili è stato visionato anche da un conoscente della signora che ha poi innescato il passaparola con la conseguenza che la 40enne, bersagliata da telefonate in cui le veniva richiesto il suo tariffario, per la vergogna ha cominciato a non uscire più di casa. L’ intera vicenda, una delle tante scaturite dalle nuove e a volte pericolose tecnologie informatiche, è ora al vaglio della Procura di Nocera Inferiore presso la quale la donna, accompagnata dal suo legale, l’ avvocato Carla Maresca, ha sporto regolare querela nei riguardi dell’ uomo che rischia ora un procedimento per le accuse di stalking e sostituzione di persona. Un’ inchiesta delicata ed ancora alle battute iniziali quella approdata alla Procura di Nocera: saranno infatti le sofisticate indagini tecnico informatiche della polizia postale ad accertare se effettivamente è stato il 32enne l’ autore di quei falsi profili in cui la 40enne, appellata con il nomignolo Lady B con cui l’ uomo era solito chiamarla, appariva in bella mostra, come una «bionda da assaporare», «raffinata ed elegante», pronta a concedersi ad uomini desiderosi di «trascorrere momenti di relax».

La vicenda risale all’ ottobre scorso quando M.B., attraverso facebook, ha conosciuto il 32enne; tra i due è nata subito un’ amicizia particolare consolidatasi nel tempo e sfociata poi in una relazione. L’ idillio, però, è durato ben poco: quando infatti la donna ha scoperto che il giovane stava per diventare padre per la seconda volta, ha deciso di troncare il rapporto e di non vederlo mai più. Una decisione, questa, che l’ uomo non ha gradito: nel maggio scorso sono così iniziate le prime condotte di stalking divenute via via più insistenti l’ estate scorsa quando l’ uomo ha cominciato a bersagliare l’ ex arrivando a contattarla fino a 50 volte al giorno. In occasione della partenza della donna con i suoi bambini per la Sardegna, il 32enne si sarebbe addirittura fatto trovare sulla nave. Quando l’ uomo ha capito che ormai per riconquistare l’ ex non c’ era più nulla da fare, avrebbe mutato strategia vendicandosi attraverso la tecnologia ed esponendo la donna, che dopo la separazione dal marito vive con i suoi bambini a casa dei propri genitori, alla gogna pubblica. A causa dell’ utilizzo delle nuove tecnologie informatiche e telematiche, il reato di sostituzione di persona, è sempre in aumento e, la normativa, si è dovuta adeguare alle nuove tendenze. Fonte: Il Mattino

Redazione
Da Redazione settembre 15, 2017 15:18

Seguici su…