La Sarnese cade in casa con Il Cerignola per 3-1

Redazione
Da Redazione ottobre 21, 2018 19:01

La Sarnese cade in casa con Il Cerignola per 3-1

Davide contro Golia. Alla Sarnese non riesce l’impresa di battere il Cerignola, favorito per la vittoria finale. I granata contengono per un tempo, riuscendo anche a rimontare lo svantaggio, ma poi cedono all’esperienza degli ospiti. La Sarnese può puntare sull’undici che ha fatto risultato a Vallo della Lucania, con l’unica variante di Maione per Cacciottolo. La gara inizia col Cerignola che cerca subito campo e guadgna una serie di corner improduttivi. Al 15’, Esposito, dal vertice sinistro, conclude e costringe Mennella alla respinta. Al 20’, Sellitti serve una p8unizione in area, ma Girardi incorna alto. Al 21’, sugli sviluppi dell’ennesimo corner, all’esito di una mischia, Carannante, appostato al limite, batte verso la porta. La palla si schianta sulla traversa ed entra. L’arbitro convalida la rete del vantaggio ospite. Al 28’, Cascione si ritrova tra i piedi un buon pallone, conclude e Mennella si distende in angolo. Al 34’, una fiammata regala il pari ai granata. Langella serve sulla corsa Sellitti che viene atterrato in area da Abagnale in uscita. Rigore trasformato dallo stesso Langella. Il pari rinvigorisce la Sarnese che rientra in campo speranza, dopo la pausa. Al 2’, Sorriso scarica un tiro dalla distanza che lambisce la traversa. Illusione. Al 4’, Loiodice si invola sulla sinistra entra in area e fa partire un tiro cross deviato che supera la linea di porta. Anche in questo caso l’arbitro convalida. I padroni di casa, adesso, non riescono a reagire e il Cerignola mette in mostra muscoli e esperienza. Al 35’, il neoentrato Siclari chiude ogni discorso. Esposito si invola sulla sinistra e centra. L’accorrente Siclari, sul secondo palo, raccoglie una corta respinta della difesa e batte con estrema convinzione per il 3-1. Al 41’, Esposito mette a lato un rigore in movimento che poteva dare il poker.

Tabellino

Sarnese (4-4-2): Mennella, Pantano (33’ st Cinque), Siciliano, Sorriso (37’ st Varriale), Girardi, Tortora, Cassata (42’ st Adamo), Langella, Maione, Sannia A., Sellitti (16’ st Cacciottolo). A disp.: Montella, Carginale, Mariani, Muollo, Sannia S. All.: Cusano Cerignola (4-3-1-2): Abagnale, Cascione, Russo L., Carannante (26’ st De Cristofaro), Abbruzzese, Pollidori, Loiodice, Esposito A. (47’ Russo S.), Foggia (33’ st Siclari), Marotta (30’ st Longo), Lattanzio (21’ st Dicecco). A disp.: Vassallo, Tedone, Matere, Esposito V. All.: Bitetto Arbitro: Galipò di Firenze Reti: 21’ pt Carannante ©, 34’ pt Langella (S) su rigore, 4’ st Liodice (C), 35’ st Siclari (C) Note: Spettatori 700 circa. Espulso al 50’ st Siciliano (S) per proteste. Ammoniti: Pantano, Sannia A., Carannante, Pollidori e Foggia. Angoli: Sarnese-Cerignola 1-8. Recupero: 1’ pt, 6’ st

Le Interviste

Pompilio Cusano (allenatore): “Sapevamo che l’impegno era difficile. Abbiamo tenuto per tutto il primo tempo, rimontando anche lo svantaggio. Abbiamo tenuto il palleggio. Il gol in apertura di ripresa ci ha tagliato le gambe. Nessun dramma. Faremo tesoro dei nostri errori per ripartire” Sandro Rosolino (direttore sportivo): “Sapevamo che era molto difficile. Tuttavia, i ragazzi hanno giocato bene, ma, alla lunga, l’esperienza del Cerignola ha avuto la meglio. Dopo il loro vantaggio, la squadra ha cambiato assetto, arrivando al pareggio. Il gol all’inizio del secondo tempo ci ha praticamente tagliato le gambe. Il resto lo ha fatto il valore tecnico di questa bella squadra. Nessun dramma. Ci rimbocchiamo le maniche. Con questa finisce il ciclo terribile della Sarnese e sono sicuro che mister Cusano saprà trovare la strada per fare punti nelle prossime gare”.Di Gaetano Ferrentino – Foto: Belmonte Daniela

Redazione
Da Redazione ottobre 21, 2018 19:01

Seguici su…