La banda dei camionisti: come creava le truffe milionarie con carichi di Coca Cola, pellame, birra, profumi, computer …

Redazione
Da Redazione aprile 27, 2016 12:32

La banda dei camionisti: come creava le truffe milionarie con  carichi di Coca Cola, pellame, birra, profumi, computer …

Una gang che aveva fatto dei carichi di merce il proprio reddito milionario. Un elenco lunghissimo quello dei carichi trafugati con prodotti di ogni tipo. Costosi, ricercati da immettere su un mercato diverso  con ricettatori compiacenti per vendere e guadagnare senza dividere con nessuno. Una lista di merce senza precedenti. Camion carichi di Coca Cola, di prodotti della Apple tra computer ed accessori vari, merce destinata al mercato dell’edilizia, carichi di birra di diverse case produttrici, attrezzature per la neve, grossi carichi di frutta e verdura, parmigiano reggiano. Ed ancora vini pregiati, profumi costosi, accessori in pelle e carichi di abbigliamento.
Camion e capannoni con ditte fasulle attraverso le quali riuscivano a farsi affidare interi carichi. Per nome e per conto di una ditta di autotrasporti, con sede legale fittizia a Milano, gli indagati ottenevano da diverse società di autotrasporti del nord Italia l’affidamento di carichi di merce, fornendo false referenze, impossessandosi così della merce che poi rivendevano a compiacenti ricettatori locali. Le indagini sono partite nel 2012 ed hanno coinvolto stazioni dell’arma e commissariati tra Napoli, Milano, Ferrara, Salerno, Varese, Como, Bologna, Torino , Potenza, Caserta e Pavia
La vasta operazione di polizia giudiziaria, denominata “Big Boat”,  coordinata dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore (dott. Giuseppe Cacciapuoti),  ha visto impegnate congiuntamente circa 200 unità di diversi reparti dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato, supportate da un elicottero del Reparto Volo di Napoli e da un equipaggio del Nucleo Elicotteri CC di Pontecagnano
Gli indagati :
Custodia cautelare in carcere: Gaetano Vezzi, di Torre Annunziata, 45 anni; Umberto Guadagno, 41 anni, di Poggiomarino; Elvira Iuliano, 53 anni, di Pagani; Giovanni Sasso, 61 anni di Saviano.
Arresti domiciliari: Rosa Palumbo, 52 anni, di Torre Annunziata; Pietro Napolano, 48 anni di Pagani; Luigi Buonaiuto, 42 anni di Sarno; Gennaro Caldieri, 42 anni di San Valentino; Giuseppe D’Aleo, 44 anni di Montevarchi; Gerarda Giordano, 33 anni, di Pagani; Raffaele Guadagno, 33 anni, di Poggiomarino; Luigi Guadagno, 33 anni, di Poggiomarino; Pietro Monteleone, 53 anni, di Palma Campania; Domenico Oriundo, 38 anni di San Giuseppe; Vincenzo Quartuccio, 40 anni, di Poggiomarino; Enzo Sorvillo, 26 anni, di San Valentino; Giuseppe Spiga, 58 anni di Poggiomarino; Salvatore Terracciano, 49 anni, di Angri; Domenico Viola, 41 anni, di Poggiomarino; Vittorio Vitiello, 64 anni di Trecase; Aldo Vanese di San Giuseppe Vesuviano; Gerardo Abbruzzese di Trecase; Giuseppe Nappo di San Giuseppe; Domenico Magliozzi, di Gragnano; Felice Romano di Ottaviano; Bernardino Verdezza di Torre Annunziata.
Obbligo di dimora: Antonio Attanasio, 49 anni, di Torre Annunziata; Luigi Nappo, 44 anni di Poggiomarino; Angelo Raffaele Aliberti, 52 anni di Poggiomarino; Raffaele Rummo, 47 anni di Bologna; Fabrizio Vassallo, 44 anni, di Giffoni; Francesco Vastola, 40 anni, di San Valentino; Pasquale Barone di Napoli; Severino Fiore di Poggiomarino; Antonio Sorvillo di Mondragone.
Obbligo di presentazione all Polizia giudiziaria: Rosalba Auletta, 31 anni, di Torre Annunziata; Anna Di Donato, 39 anni di Poggiomarino e Carlo Cafiero, 51 anni di Torre Annunziata.
Indagati nell’ambito del procedimento: Umberto Adiletta di Sarno; Francesco Paolo Antonio Renato Belluno di Pagani; Marino Carbone di Palma Campania; Angelo Casalino di Palma Campania; Giovanni Chiavazzo di Calvanico; Giuseppe Chiavazzo di Angri; Aldo Cicalese di Angri; Saverio Del Giudice di San Giuseppe Vesuviano; Daniela Falcone di Roccapiemonte; Giuseppe Federico di Scafati; Alberto Fontana di Scafati; Massimo Fortino di Pagani; Giuseppe Mandile di Scafati; Maria Giovanna Meligeni di Scafati; Carlo Nappo di Pagani; Adriano Pannullo di Mercato San Severino; Maria Rosaria Sorrentino di Scafati.

Redazione
Da Redazione aprile 27, 2016 12:32

Seguici su…