Il Candidato sindaco Antonio Crescenzo: “Prima di tutto creare opportunità di occupazione”.

Redazione
Da Redazione maggio 19, 2014 09:53

Creare occupazione attraverso politiche mirate rappresenta uno degli obiettivi primari dell’amministrazione di Antonio Crescenzo. “ Partiamo dall’agricoltura che nel nostro programma riveste un ruolo centrale. In questo momento di profonda crisi, economica e di prospettiva, che il paese sta vivendo, occorre avere il coraggio di attuare scelte forti, facendo leva innanzitutto sulle originali vocazioni del nostro territorio e sulle potenzialità che esse esprimono. L’agricoltura é una delle carte vincenti, purché sia posta nelle condizioni di incentivare la crescita imprenditoriale,  di sostenere nuove professioni, di concepire moderni e sostenibili spazi di sviluppo, di valorizzare il lavoro. E’ strategico e da assumere con priorità- afferma il candidato sindaco Crescenzo- la riqualificazione ed il rilancio del sistema produttivo per la città di Sarno, in una visione di recupero e riqualificazione ambientale attraverso la valorizzare delle aree di pregio agronomico ancora esistenti e la loro riqualificazione favorendo la riconversione ad uso agricolo delle aree attualmente interessate da fenomeni di dispersione edilizia. Bisogna promuovere le filiere più qualificanti nel campo della produzione primaria perché il sistema agricolo locale può riuscire a risollevarsi solo sviluppando il concetto di filiera corta legata alle produzioni tipiche locali DOP e PAT”. La realizzazione di questi obiettivi farà sì che il Mercato Ortofrutticolo diventi il volano dell’economia di un territorio che, avvalendosi di tale sicurezza alimentare, può ancora evocare la storica Campania Felix creando una rottura con l’immagine negativa della terra dei fuochi”.

“Oggi le possibilità per l’occupazione vengono dalla partecipazione attiva nelle scelte strategiche e attraverso l’individuazione delle opportunità di crescita e di sviluppo nei progetti in itinere sul territorio che – continua Crescenzo- devono necessariamente passare per un rilancio dell’area PIP e la riorganizzazione dei servizi.

Altro obiettivo è rivitalizzare l’attività commerciale ed artigianale e i negozi di vicinato in questo  giocheranno un ruolo fondamentale. Tali esercizi commerciali assicurano un servizio economico e sociale ai cittadini, oltre a creare posti di lavoro stabili. Imprenditori e commercianti devono sentirsi incentivati ad investire contando sull’immagine, sulla possibilità di lavorare serenamente, sul supporto dell’Amministrazione, sulla condivisione della comunità e attuare in maniera concreta lo strumento di pianificazione dell’apparato distributivo (SIAD).

Bisogna inoltre creare i presupposti per reinventare anche lo Spazio Manifattura. Occorre intervenire con urgenza su questo contenitore economico, al fine di favorire insediamenti comprendenti un insieme di funzioni produttive, artigianali e ricreative, evitando di penalizzare una tale risorsa centrale costruendo, laddove fosse possibile, ulteriori abitazioni. Dovranno essere favoriti investimenti utili, tenendo anche conto degli interessi della proprietà, generando posti di lavoro contemporaneamente ad occasioni di aggregazione sociale.

Infine- conclude Crescenzo- molto deve essere fatto attraverso l’attuazione di specifici progetti occupazionali e rispetto a questo, nella presente generale visione di trasformazione, mantenimento e sviluppo del territorio, siamo già redattori di ben due progetti occupazionali :“Piedirosso” e “Pallipes”.

 

 

Redazione
Da Redazione maggio 19, 2014 09:53

Seguici su…

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
Seguici via Email
SHARE