I granata capolista, rincorsi dalla Scafatese

Redazione
Da Redazione febbraio 17, 2014 11:33

Dal suggestivo paesaggio dello stadio "Tenente Vaudano" di Capaccio, dove si può ammirare lo spettacolo della costa cilentana, la Polisportiva Sarnese porta a casa altri 3 punti importanti contro il Calpazio. Una giornata molto calda, quasi primaverile, con temperature che si aggirano sui 22 gradi. 

L’incontro termina 0 – 3 per la Polisportiva Sarnese. I granata dell’agro vincono una sfida con molta tranquillità, forti dell’esperienza e dei numeri dei propri singoli. Segna una doppietta Romano che ritorna titolare dopo 2 partite convocato in panchina. Sembra che il "cobra" sia guarito dalla botta presa nell’incontro con la Libertas Stabia. Dedica il primo gol, un rigore a "cucchiaio", a Paolo Siano, il compagno di squadra infortunato che deve sottoporsi nuovamente ad una operazione per ristabilire il ginocchio. Il centravanti napoletano fraseggia bene con il compagno di reparto Maggio che segna il terzo gol dell’incontro, dimostrando un’ ottima continuità nel mettere la palla in fondo alla rete. Ma il bel gioco si vede a centrocampo con le interdizioni dell’esperto Ottobre e le ripartenze del giovane Fontanarosa. Il Calpazio gioca sulla difensiva, sapendo di dover affrontare un match difficile contro la prima classificata del campionato. Balzano schiera cinque difensori in linea con i terzini bloccati a coprire che salgono poco e non danno la spinta necessaria alla squadra. La formazione cilentana si rende poche volte pericolosa. Nel suo reparto offensivo manca di un elemento che avrebbe dovuto dettare i tempi durante le ripartenze. Di fatto tutti i cross sono respinti dalla difesa della Polisportiva Sarnese, abile nel fermare tutte le incursioni palla al piede degli attaccanti del Calpazio. Dove non possono arrivare i centrali sarnesi, ci pensa Ruocco. Il portiere preso in prestito dalla Paganese si dimostra ancora una volta una sicurezza tra i pali.

La sfida per il primo posto è ancora in corsa. La Virtus Scafatese è a pochi punti di distanza, la Libertas Stabia e l’U.S. Angri non demordono.

 Analisi post gara di Luca De Filippo

 

Redazione
Da Redazione febbraio 17, 2014 11:33

Seguici su…