Guidone e Adiletta – il doppio tentativo di “inciucio” Fdi ed uomini del centrosinistra

Redazione
Da Redazione febbraio 7, 2014 14:48

Fdi  in alto mare, al punto da tentare non una, ma ben due volte l’ “inciucio” col centrosinistra. Prima la lusinga a Salvatore Guidone, poi i cirielliani hanno cercato di sedurre Girolamo Adiletta. Tutto questo quando sul tavolo c’era già il nome di Ignazio Ingenito quale candidato a sindaco. I fedeli di Cirielli si sono spinti oltre la propria frontiera politica, su ipotesi estreme. Nel marasma generale Fdi era pronto a convergere anche su un uomo con alle spalle un cammino politico differente, una tradizione strettamente legata al centrosinistra. Si è tentato un primo singolare matrimonio con Salvatore Guidone. Medico, con un percorso molto vicino al Pd, è il marito di Maria Rosaria Aliberti, già consigliere comunale dei democratici nel primo mandato del sindaco Amilcare Mancusi. Nel 2008 la Aliberti, insieme all’altro pidillino Aniello Fasolino (poi passato tra le fila del Pdl- Forza Italia e da pochi giorni dichiaratosi indipendente), salvò Mancusi dalla sfiducia non firmando il documento preparato dall’opposizione. Gli esponenti di Fdi, e per primo il sindaco Mancusi, hanno provato a smentire le voci, nelle ultime ore confermate, di un accordo con Guidone.  Lo stesso presidente del consiglio comunale, Ingenito, in rotta con Sebastiano Odierna,  ha attestato il tentativo di  inciucio trasversale. “Sono stati fatti giri itineranti- così Ingenito –  a cercare altri candidati. Addirittura  interpellando persone del centrosinistra.  E’ un mancanza di stile e di rispetto”.  Dopo il nulla di fatto con Guidone, Fdi ha fatto il bis chiamando in causa il medico Girolamo Adiletta, anch’egli molto più vicino al centrosinistra. Rossella Liguori

 

Redazione
Da Redazione febbraio 7, 2014 14:48

Seguici su…