Frana – Canfora difende l’emendamento: “Non lede le vittime e tutela il Comune dal dissesto”

Redazione
Da Redazione dicembre 22, 2015 10:38

Frana – Canfora difende l’emendamento: “Non lede le vittime e tutela il Comune dal dissesto”


Il testo è stato preparato dagli esponenti del Pd sarnese e presentato a Roma dai deputati 

Il sindaco di Sarno e presidente della Provincia di Salerno, Giuseppe Canfora, difende l’emendamento alla legge di stabilità sui risarcimenti ai familiari delle vittime preparato dagli esponenti del Pd di Sarno e presentato dai deputati democratici.  “Il provvedimento non va a ledere affatto le giuste rivendicazioni dei parenti delle vittime”
“Voglio rassicurare i parenti delle vittime dell’alluvione del maggio ’98 -spiega Canfora – che l’emendamento sottoscritto dai deputati del Pd e approvato dalla commissione Bilancio della Camera è finalizzato unicamente a garantire a tutti gli aventi diritto il risarcimento dei danni e ad evitare che il Comune finisca nel baratro del dissesto finanziario e del fallimento economico dell’Ente, in una città già duramente provata dalla crisi economica”. Così il sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, replica agli  avvocati delle parti civili ed ai familiari delle vittime. “Mi preme sottolineare che il provvedimento non  va a ledere affatto le giuste rivendicazioni dei parenti delle vittime e tutela in modo particolare il Comune da un sicuro e rovinoso dissesto finanziario.  Pone, quindi, meritoriamente al centro la salvaguardia dell’interesse pubblico di tutta la comunità sarnese, per scongiurare il disastro finanziario dell’Ente, che produrrebbe conseguenze devastanti per tutti i cittadini di Sarno. La questione, quindi, è molto delicata. L’Amministrazione Comunale e  i deputati del Pd si sono attivati per far sì che nei prossimi giorni nella norma vengano introdotti i possibili miglioramenti. I rappresentanti del Governo e del Parlamento continueranno a seguire la vicenda in maniera responsabile affinché nessun diritto venga calpestato”.

Redazione
Da Redazione dicembre 22, 2015 10:38

Seguici su…