Falsi incidenti, coinvolti calciatori, avvocati e commercialisti

Redazione
Da Redazione giugno 11, 2015 06:27

1419890_10205488471584415_368397867_nAvevano auto falsamente intestate, simulavano incidenti stradali, una catena di testimoni che prima denunciavano e poi ritrattavano. Si recavano al pronto soccorso fingendo dei traumi e raccontando di tamponamenti. Registravano autovetture incidentate che, però, al momento della perizia, non si trovavano più. Una vera filiera del malaffare. Falsi sinistri per 50 mila euro di risarcimento. Tra gli indagati "noti" figurano un ex giocatore della Sarnese 1926, un noto commercialista con la moglie, due avvocati, un perito assicurativo e altri soggetti coinvolti, a vario titolo, nelle truffe ai danni delle società di assicurazioni, tra i quali faccendieri e proprietari dei veicoli coinvolti nei falsi sinistri stradali.

I carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore hanno notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a carico di trenta persone accusate di fraudolento danneggiamento di beni assicurati.  Il provvedimento, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Nocera Inferiore, scaturisce da un’indagine condotta dalla Sezione Operativa che ha consentito di accertare le responsabilità dei predetti in ordine alla simulazione di una serie di sinistri stradali mai accaduti, al fine di conseguire indennizzi per complessivi 50.000 euro da alcune compagnie assicurative.

Redazione
Da Redazione giugno 11, 2015 06:27

Seguici su…