Brevi La Vetrina Primo Piano

Ecco D2H “Dottore a domicilio”. Tutto più semplice…

D2H – Dottore a domicilio è il nuovo servizio di Guardia Medica privata che offre la possibilità di geolocalizzare lo specialista più vicino e richiedere facilmente una visita immediata a casa, indipendentemente da dove si abiti.

È sufficiente scaricare l’App sul proprio tablet o smartphone, disponibile negli App Store o sul sito www.dottoreadomicilio.com, inserire il proprio indirizzo e in pochi istanti visualizzare l’elenco di tutti i medici reperibili nelle vicinanze.

Si tratta di un importante supporto che facilita la vita nei momenti di bisogno. Un medico a domicilio disponibile senza sforzo né attesa. Basta dunque un clic per prenotare la visita ed entro qualche minuto il dottore vi contatta telefonicamente, per verificare che non sia una urgenza che necessiti del pronto soccorso, e poi si reca all’indirizzo che gli avete indicato anche solo per prescrivere la ricetta di un farmaco terminato.

Una recente indagine parla chiaro: sono più di 16 milioni gli italiani che faticano a reperire un medico per una visita al proprio domicilio. Basti pensare alle sole mamme a cui capita di avere il bambino malato senza trovare un pediatra che venga a visitarlo, obbligate dunque a correre nello studio affollato piuttosto che in Pronto Soccorso.

Moltissimi dottori hanno già aderito al progetto, per una copertura garantita in questo momento nei maggiori centri urbani, ma in crescita su tutto il territorio nazionale, con un occhio di riguardo anche all’estero. Il servizio funziona anche se non si conosce l’esatto luogo in cui ci si trova: ci pensa il sistema a localizzare la posizione e, in tempo reale, verificare se ci sono medici disponibili nell’area richiesta.

Il nuovissimo servizio D2H, “Dottore a Domicilio”, offre una soluzione comoda e pratica in situazioni in cui si necessita di assistenza medica, basta solo un clic! Fonte foto: D2H

Articoli correlati

Incubo al passaggio a livello: tutti contro tutti, tra esposti, denunce e verifiche

Redazione

«Mio fratello aveva la pelle dura ci avevano dato una speranza»

Redazione

Tasse ricostruzione, Comune rischia il dissesto

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy