Primo Piano Sport

“E’ stata una gara spettacolare grazie anche all’Angri che è venuto a giocare a viso aperto”

Soddisfazione nello spogliatoio granata, con i calciatori che, al triplice fischio, hanno festeggiato sotto la tribuna con il pubblico tre punti importanti. La Polisportiva Sarnese è diventata grande, sfatando anche il suo ultimo tabu: vincere in casa uno scontro diretto. Punti che valgono doppio e Vitter non lo nasconde: “E’ stata una gara spettacolare grazie anche all’Angri che è venuto a giocare a viso aperto. Abbiamo avuto una serie di episodi favorevoli che abbiamo saputo sfruttare. Altre vittoria, la fortuna ci ha arriso di meno, ma, questa volta, è andata bene. E’ stata una dura battaglia contro una delle migliori squadre del girone”. Vitter continua: “Se proprio devo trovare un pelo, posso dire che, sul 2-0 prima e sul 3-1 dopo, potevamo gestire la gara, evitando di soffrire fino alla fine. Sono i vizi della mia squadra che come ha tanti pregi ha anche qualche difetto e, quindi, ci toccherà lavorare sempre per correggerli”. Il tecnico conclude: “Devo lodare il portiere Ruocco che merita, visto che tante volte i portieri sono stati sulla graticola. Il campionato è equilibrato e si gioca domenica dopo domenica perché non è emersa ancora la squadra  che lo ammazza”. Il presidente Francesco Origo, raggiante, aggiunge: “E’ stata una sofferenza fino alla fine contro una squadra che non si è mai arresa. Non abbiamo ripetuti errori commessi in altre circostanze. Teniamo la vetta e cercheremo di restarci”.

L’Angri era calato allo “Squitieri” per provare a vincerla e ha giocato a viso aperto. Ha costruito qualche buona palla gol, ma la cattiva mira delle punte ha impedito il volo. Alla fine, l’imprecisione ha punito i grigiorossi che, fino alla fine, non hanno mollato, provando a raddrizzare una gara che, per almeno due volte, sembrava irrimediabilmente compromessa. Mario Di Nola concorda: “E’ stata una partita equilibrata e questo tipo di gare le vince chi fa meno errori. La Sarnese, comunque, ha vinto meritatamente. Sapevamo che, oggi, anche un pareggio poteva farci perdere un posto in classifica, ma guardiamo avanti perché il campionato è lungo e difficile”. Di Nola continua: “Abbiamo avuto prima noi l’occasione buona per passare in vantaggio, ma non ci siamo riusciti. Siamo stati in partita fino alla fine ed è stata una bella giornata di sport. Sono rammaricato, ma guardo avanti”.  Checco Vitaglione aggiunge: “Abbiamo visto due tra le migliori tre squadre del girone. La sarnese è stata brava a sfruttare a pieno tutti gli episodi favorevoli capitati. Abbiamo pagato qualche errore di mira sulla 0-0. Onore, comunque, a chi ha vinto. Per loro la stagione sarà in discesa. Noi non ci arrendiamo. Stiamo portando avanti un campionato di vertice, come da promesse e, alla fine, ci saranno sempre i play off per provare il salto. Abbiamo perso, ma nulla è compromesso”. Gaetano Ferrentino – Foto di Giuseppe Ferrentino

Articoli correlati

Emergenza migranti – il Prefetto ai Sindaci: “Bisogna accogliere, serve disponibilità”.

Redazione

Allagamenti a Lavorate, blitz dell’Ente parco. Mercede: “Subito un tavolo tecnico”

Redazione

VIDEO | Enzo Pauciulo, candidato di Fdi, sporge querela: “Lesa la mia immagine da alcune persone del partito”.

Redazione

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy