Dipendenti del Comune per salvare il Giudice di Pace

Redazione
Da Redazione gennaio 27, 2016 11:45

Dipendenti del Comune per salvare il Giudice di Pace

All’ufficio del Giudice di Pace ci saranno dipendenti comunali con funzioni di cancelliere. Quattro persone che a turno saranno dislocate per sopperire ad una carenza importante che rischia di far chiudere la sede sarnese. E’ la novità introdotta con un atto deliberativo della Giunta per salvare in extremis l’ufficio di Prolungamento Matteotti. Dopo le vibranti proteste degli avvocati, le numerose richieste di interventi urgenti ed il rischio evidente di chiusura si cerca di assicurare il regolare svolgimento dell’attività giudiziaria. La mancanza del cancelliere ha di fatto nei mesi scorsi rallentato le attività al punto che la classe forense si era mobilitata per non perdere un servizio importante avviando una raccolta di firme su un documento per chiedere al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati un intervento urgente e risolutore. Canfora spiega che “il comune di Sarno sopperirà a questa mancanza garantendo la presenza di quattro dipendenti comunali  di categoria D e C, con l’obiettivo di mantenere attivo l’ufficio. Con la delibera approvata  l’ente si fa carico didi un potenziamento ed i quattro dipendenti svolgeranno un corso di formazione per esercitare le funzioni di cancelliere secondo un criterio di turnazione. Così si assicura il regolare svolgimento dell’attività giudiziaria”. Da qualche anno il Giudice di Pace è stato comunalizzato e gli oneri sono stati assunti dai comuni di Sarno, quale capofila, San Marzano sul Sarno e San Valentino Torio. Già nei mesi scorsi diversi avvocati avevano tracciato un bilancio disastroso segnalando addirittura la mancanza del materiale di cancelleria. Scarse le risorse per le risme, le cartelline ed il rischio anche di perdere mobili ed arredi già rivendicati dalla sede nocerina.  Infatti, la struttura di sarnese la si stava svestendo poco alla volta con l’obiettivo finale della chiusura ed il trasferimento definitivo a Nocera Inferiore. Non da ultimo a peggiorare la situazione, la mancanza del cancelliere che si stava tamponando con segretari comunali che però non riuscivano a coprire l due udienze penali settimanali. Un rallentamento inevitabile delle normali funzioni perché oggi l’ufficio garantisce uno snellimento delle pratiche e delle udienze, un rapido servizio ai cittadini.

 

Redazione
Da Redazione gennaio 27, 2016 11:45

Seguici su…