Dieta e Frutta: quale scegliere, come e quando? Attenti agli zuccheri…

Redazione
Da Redazione giugno 25, 2018 11:24

Dieta e Frutta: quale scegliere, come e quando? Attenti agli zuccheri…

 
Estate è “mi rimetto in forma” insieme a tutti i colori della frutta. Quale scegliere? 
Torna la Rubrica di Sarno Notizie “Parola all’Esperto”.
Questa settimana siamo in compagnia della dottoressa Anna Verdino, Biologa Nutrizionista che tocca un tasto particolare, importante e che genera sempre tanti dubbi ed interrogativi: Dieta e Frutta. 
Un binomio  carico di domande e sarà la dottoressa Verdino a dare risposte.
Frutta: quale, come e quando?
Ma non solo. Non mancheranno consigli su come utilizzare il frigo in estate.
Buona lettura… 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dottoressa Verdino, in estate si riscopre maggiormente la frutta, spesso anche per sostituire i pasti e mantenersi in forma. E’ giusto farlo?

Sicuramente in una bella giornata di estate e di caldo si preferiscono cose fresche e dissetanti, e cosa c’è di meglio di una bella scodella di frutta fresca o di una bella fetta di anguria? Ma la frutta può davvero sostituire il pranzo o la cena? La mia risposta è No! 

La frutta va molto bene, soprattutto in estate in quanto apporta al nostro organismo: acqua, sali minerali e vitamine, tutti elementi fondamentali in questa stagione in cui si suda molto. Non dimentichiamo però che contiene anche zuccheri, principalmente fruttosio. Ciò che fa la differenza è sì la quantità, ma non solo.

Mangiando solo una bella porzione di frutta (dovendo sostituire un pasto sarà sicuramente una porzione abbondante) introduciamo solo zuccheri semplici, ma proteine e grassi dove li lasciamo? Grassi e proteine sono essenziali per il nostro organismo. Non dimentichiamo che le diete in cui vengono sacrificati i grassi sono le più fallimentari. Associamoli quindi alla nostra porzione di cena-frutta.

Analizziamo un paio di frutti estivi e molto graditi a cena: anguria e melone.

– 100 gr di anguria apportano circa 90 gr di acqua, 6 gr di zuccheri (fruttosio in maggior percentuale) quindi considerando che una fetta di anguria mediamente pesa 500 gr, con una fetta andremo ad introdurre 30 gr di zuccheri.

– 100 gr di melone apportano circa 90 gr di acqua, 7,5 gr di zuccheri (fruttosio in maggior percentuale) quindi considerando che una porzione di melone (circa due fette) pesa circa 350 gr, con un porzione andremo ad introdurre 26 gr di zuccheri.

Secondo le linee guida italiane una donna adulta mediamente attiva dovrebbe introdurre circa 50 g di zuccheri semplici al giorno, per l’uomo un po’ di più. Nel conteggio degli zuccheri semplici rientrano non solo gli zuccheri aggiunti (bustine di saccarosio, miele, zuccheri nei dolci…), ma anche quelli naturali della frutta. Pertanto non dobbiamo abusarne pensando “Ma sì, tanto è frutta!”

 

La frutta va sempre in frigo ci sono delle differenze?

Sicuramente il caldo ci porta a conservare la frutta in frigo cosi come facciamo con l’acqua

Tuttavia per alcuni frutti se scegliamo di mangiarli freddi dobbiamo rinunciare un po’ al sapore.

Fragole, frutti di bosco, mele e melone, frutti tipicamente estivi, in frigo perdono la maggior parte del loro sapore e quindi se proprio non riusciamo a mangiarli caldi magari li mettiamo circa 20 minuti prima cosi da mangiarli freschi e con sapore.

Discorso a parte va fatto per le banane che in estate non dovremmo dimenticare di mangiare le banane! Molto spesso con l’arrivo della frutta estiva la banana va nel dimenticatoio e non deve essere cosi. Innanzitutto, diciamo che vanno messe in frigo già mature perché diversamente maturerebbero troppo lentamente e sarebbero poco appetibili. Io consiglio, sempre in soggetti in normopeso e in buona salute, di mangiare una banana subito dopo aver fatto attività fisica o quando in generale sudiamo molto  o durante la fase delle mestruazioni perché il potassio si perde molto velocemente insieme ai liquidi. Ovviamente essendo molto calorica è necessario inserirla in un piano dietetico in dosi giuste a seconda del soggetto. Queste sono solo indicazioni generali ma vi sono anche casi in cui la banana è vietata per un periodo.

Siamo in estate molto spesso cuciniamo ma vogliamo mangiare le cose fredde. Come fare?

Il mio motto è METTO IN FRIGO? NO ASPETTA!

Sicuramente come in tutte le cose c’è bisogno di equilibrio.

Un cibo appena cotto non va assolutamente messo in frigo perché danneggiamo l’elettrodomestico non bisogna nemmeno lasciarlo per troppo tempo a temperatura ambiente perché significa dare tempo ai microrganismi di crescere e diventare potenzialmente dannosi. L’ideale è far trascorrere non più di 30 minuti dalla cottura.. Importante è anche la forma dei contenitori che per essere adatti non devono essere troppo profondi cosi da evitare di avere zone ancora calde che permettono la crescita batterica nella parete superficiale del cibo.

 
 

Redazione
Da Redazione giugno 25, 2018 11:24

Seguici su…