Crolla il soffitto alle elementari paura e accuse

Redazione
Da Redazione marzo 11, 2017 09:21

Crolla il soffitto alle elementari paura e accuse

I calcinacci precipitano sui banchi I genitori portano via i figli: «Non ci fidiamo»

Crolla parte del soffitto in un’ aula al primo piano delle elementari a poche ore dall’ ingresso dei bambini, tragedia sfiorata. Intanto, al piano terra si sono tenute le lezioni normalmente, con i piccoli tra i banchi di scuola nel via vai di carabinieri, vigili del fuoco, vigili urbani, tecnici ed esperti per determinare le cause del cedimento e per verificare la tenuta. Il crollo di parte del solaio al Secondo Circolo Didattico Serrazzeta, scuola infanzia e primaria, è avvenuto, fortunatamente, di notte. Se fosse accaduto più tardi, all’ interno del locale, seduti tra i banchi colpiti dai calcinacci, ci sarebbero stati i bambini. Ad accorgersi del fatto è stato un operatore scolastico appena ha compiuto la ricognizione dei locali prima di consentire l’ ingresso: aprendo la porta dell’ aula della quarta elementare si è trovato davanti a pezzi di solaio piombati giù. Una immagine che ha scioccato genitori ed insegnanti. Grosse pietre tra le sedie dove qualche ora dopo si sarebbero seduti i piccoli. «Un miracolo – ha spiegato un operatore – Altrimenti avremmo raccontato una tragedia». Per tutta la giornata di ieri si è proceduto con sopralluoghi tecnici dai quali è venuta fuori una ulteriore inagibilità in un’ aula accanto. Sul posto i vigili del fuoco ed i carabinieri che hanno avviato ispezioni. Tanti genitori, spaventati e preoccupati, hanno portato via i figli. Una protesta vibrante, la loro, a chiedere a gran voce controlli capillari per avere garanzie sulla sicurezza dei luoghi dove accompagnano e lasciano quotidianamente i loro bambini. «Ma come si fa a lasciare aperta la scuola dopo un crollo? È una questione di coscienza – ha spiegato Giuliana, mamma di una alunna – Noi non ci sentiamo rassicurati. Fino a ieri ci dicevano che la scuola era sicura e vedete cosa è successo. Di chi possiamo fidarci? Noi lasciamo qui i nostri figli». La dirigente scolastica, Lucia Siano, ha parlato di evidenti segni di infiltrazioni nel soffitto più volte comunicate. «Avevamo sempre segnalato questa grossa macchia dovuta ad infiltrazioni chiedendo delle azioni ed alcuni interventi ci sono anche stati. Solo per fortuna è accaduto di notte. Spero che ora si agisca in maniera seria. In mattinata, appena abbiamo allertato, sono venuti i tecnici ed i vigili del fuoco a controllare l’ intero plesso ed i problemi sono stati riscontrati in due aule. È stata confermata l’ agibilità del resto della struttura, quindi abbiamo avviato le attività, ma i genitori legittimamente hanno ritenuto opportuno non lasciare i figli». Sul posto il sindaco, Giuseppe Canfora, con ingegnere e geometra, Aniello Casola e Giuseppe Corvino. «La situazione è sotto controllo ha spiegato Canfora – Per motivi di sicurezza e per garantire l’ incolumità di tutti, si è proceduto, con apposita ordinanza sindacale, alla chiusura delle due aule al fine di avviare i lavori di ripristino. Vogliamo rassicurare i genitori ed i docenti: l’ edificio scolastico, a parte l’ episodio della scorsa notte, non presenta alcun pericolo». «L’ aula si legge nella nota dei tecnici – ha il distacco di circa due metri quadri di intonaco dall’ intradosso, il solaio sottostante ha armature corrose. Il distacco è causato dai postumi di prosciugatura pregressa di umidità eliminata da un intervento di impermeabilizzazione e della conseguente azione di prosciugatura dell’ intonaco e del solaio stesso. Anche l’ aula occupata dalla seconda classe presenta delle lesioni. Le altre aule ispezionate non hanno evidenziato alcun motivo di rischio».

Redazione
Da Redazione marzo 11, 2017 09:21

Seguici su…

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
Seguici via Email
SHARE