Citofona in commissariato: “Aiutatemi, mi hanno accoltellato”

Redazione
Da Redazione settembre 26, 2017 10:06

Citofona in commissariato: “Aiutatemi, mi hanno accoltellato”

Arriva ferito davanti al commissariato

Il giovane sanguinante chiede aiuto agli agenti ipotesi: lite tra connazionali

Marocchino pugnalato al collo arriva davanti al cancello del commissariato. «Aiutatemi, mi hanno accoltellato». Sanguinante e sotto shock, con ferite profonde alla nuca ed al dorso, dovute a più fendenti scagliati con forza, è stato soccorso da un poliziotto. Il fatto è accaduto intorno alle 2 di notte, tra domenica e lunedì, quando il giovane di origini marocchine si è trascinato davanti al cancello del commissariato di polizia di Sarno, in via Roma, ed ha suonato insistentemente il citofono per chiedere aiuto. Il poliziotto di turno si è subito portato all’ esterno raccogliendo il giovane sanguinante e chiamando subito sul posto una ambulanza del 118. Medici e paramedici hanno trovato l’ uomo seduto a terra, sorretto dall’ agente e, dopo le prime cure del caso, lo hanno trasportato al locale ospedale Martiri del Villa Malta, per ulteriori accertamenti. Riscontrante ferite lacero contuse al collo ed alla regione dorsale, per fortuna non fatali, causate da un corpo contundente, con ogni probabilità un coltello con una lunga lama. Ancora sotto shock, il giovane è stato sottoposto a vari accertamenti e le ferite sono state suturate. Il marocchino, ora sotto osservazione al nosocomio sarnese, non ha ancora saputo fornire dettagli utili alle forze dell’ ordine per ricostruire la dinamica dell’ accoltellamento. Sul caso, piuttosto complesso, lavorano gli uomini del locale commissariato che stanno visionando anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza per risalire a fotogrammi utili alla ricostruzione della violenta vicenda ed ai responsabili. Dalle prime ipotesi al vaglio si parla di una possibile rissa tra connazionali e ad avere la peggio potrebbe essere stato proprio il giovane ritrovato davanti al commissariato. Del resto non sarebbe la prima volta. Sono diversi gli episodi di violenti scontri tra extracomunitari, anche in pieno centro cittadino. L’ ultimo, in ordine di tempo, poche settimane fa quando due gruppi si sono fronteggiati impugnando cocci di bottiglie di birra. Alterati dall’ alcol, cinque marocchini, tra i quali due donne ed una incinta, hanno dapprima iniziato a discutere animatamente e poi, in pochi minuti, sono passati alle maniere forti ferendosi con i vetri affilati. Al vaglio degli investigatori, però, ci sono anche altre ipotesi che saranno verificate. Nessuna pista per adesso è trascurata. Il giovane potrebbe essere rimasto vittima anche di un raid con alla base motivi razziali come accaduto ad un polacco, da tempo residente a Sarno, malmenato, pochi giorni fa, da un gruppo di giovanissimi.

Redazione
Da Redazione settembre 26, 2017 10:06

Seguici su…