Cimitero ancora tutto fermo. Dubbi sulla gara

Redazione
Da Redazione febbraio 23, 2018 10:55

Cimitero ancora tutto fermo. Dubbi sulla gara

“Abbiamo pagato ed ora ci sentiamo ingannati”. A parlare sono i cittadini che attendono da anni l’ampliamento del cimitero e che hanno già versato le proprie quote. “Vogliamo delle garanzie – dicono – Il costo dell’opera si può dire autofinanziato attraverso le somme che abbiamo già depositato noi assegnatari. A qualcuno, che aveva versato l’acconto, è stato anche richiesto il saldo totale in tempi rapidi. Presenteremo una istanza attraverso dei legali. I lavori sarebbero dovuti iniziare nel 2015 e terminare nel 2017. Poche settimane fa l’aggiudicazione delle opere, ma è di nuovo uno stop forzato. Stavolta dietro l’ennesima mancata partenza delle opere ci sarebbe una illegittimità nell’ammissione in gara della società edile vincitrice. L’aggiudicazione dell’esecuzione dei lavori è andata alla ditta Research Consorzio Stabile Società Consortile Impresa Franco Costruzioni Generali srl, aggiudicataria con un ribasso del 13,80 % e un’offerta migliorativa di ulteriori 40 tombe di famiglie e, numerose altre sepolture rispetto a quelle di bando. Il nuovo importo rimodulato è di circa due milioni di euro. E’ ancora un nulla di fatto. Sui requisiti della ditta vincitrice ha acceso i riflettori l’Impresa di Costruzioni E.mi.Cos, seconda nella gara d’appalto, che ha protocollato un appello in autotutela inviato alla Stazione Unica Appaltante, al Comune di Sarno all’Anac, per sollecitare l’intervento e le verifiche da parte dell’autorità anticorruzione. La E.mi.Cos, pronta anche a presentare ricorso, ha chiesto la revoca in autotutela dell’aggiudicazione. Il requisito in dubbio riguarda il possesso della categoria OS13, che prevede la produzione in stabilimento industriale ed il montaggio in opera di strutture prefabbricate in cemento armato normale o precompresso.

Redazione
Da Redazione febbraio 23, 2018 10:55

Seguici su…