Cartelle Soget, Mancusi ammonisce i contribuenti: “Non fate i furbi”

Redazione
Da Redazione febbraio 13, 2014 09:53

Si fa incandescente la vicenda Soget e Mancusi attacca commercianti ed imprenditori. “Ci sono molti furbi”. Si scaglia duramente  contro tutti, il primo cittadino,non usa mezzi termini e sotto la scure ci finiscono anche i contribuenti. Mancusi chiarisce dalla pagine del quotidiano “Il Mattino” che “gli errori sono stati fatti, ma qualcuno probabilmente  ci sta marciando scatenando una canèa”. Le proteste vibranti degli ultimi mesi, la valanga di ricorsi, i consigli comunali al vetriolo hanno scatenato un tutti contro tutti. Al centro gli avvisi di accertamento della Soget, la società incaricata dal comune di stanare evasori ed elusori e riscuotere i tributi.

La guerra è aperta mentre si cerca una soluzione, ma le strade percorribili sono poche. Si prospetta la revoca, ma non ci sarebbero i presupposti. Intanto Mancusi dopo l’ultima assise, dello scorso 27 gennaio, che ha visto l’aula invasa da cittadini fino addirittura all’intervento delle forze dell’ordine per placare gli animi, ammonisce gli imprenditori. Prende di mira i destinatari delle cartelle Soget, quelle a più zeri, con cifre da capogiro e lancia il monito a chi, a suo dire, vorrebbe astutamente non pagare. “Su un totale di 11 mila contribuenti che pagano regolarmente la Tarsu,- spiega – sono circa 2 mila gli evasori ed elusori, pari al 18 per cento.

Di questa percentuale, il 9 per cento, rappresentato soprattutto da commercianti ed imprenditori, sostiene di aver subìto un’ingiustizia dalla Soget, ma io sono del parere che tra essi vi siano molti furbi. Il documento presentato dagli imprenditori è ricco di contraddizioni. Con questo non sto dicendo che la Soget non abbia commesso degli errori ma da qui a scatenare una canèa mi è sembrato francamente inaccettabile”. L’atto cui fa riferimento Mancusi è una lettera portata in aula di consiglio da Edoardo Ruggiero, un rappresentante degli imprenditori , dove si chiarisce che “gli importi per le aziende ammontano a svariati milioni di euro il tutto in contrasto con le somme pagate negli altri anni. La Soget non tiene conto del regolamento Tarsu comunale e lo stesso ente concessionario del servizio non si è preoccupato di fare i dovuti controlli sull’operato”.

 

Redazione
Da Redazione febbraio 13, 2014 09:53

Seguici su…