Bruciano rifiuti agricoli, contadini multati

Redazione
Da Redazione luglio 15, 2018 15:24

Bruciano rifiuti agricoli, contadini multati

Contadini sorpresi a bruciare sterpaglie. Maxi sanzioni ed arriva anche una ulteriore ordinanza del sindaco a vietare qualsiasi tipo di rogo. È accaduto nella mattinata di ieri in zona Sant’Eramo a Sarno, quando le forze dell’ordine, allertate da alcuni residenti della zona,  sono intervenute per un principio di incendio. Una volta sul posto, è stato accertato che il rogo era stato innescando da tre contadini che avevano ammucchiato sterpaglie e altro materiale in più parti dei loro appezzamenti di terreno. Sono stati contati sei piccoli incendi di rifiuti agricoli, tra stralci d’erba e potature di arbusti, di cui uno a rischio è sfuggito al controllo perché accanto ad altre sterpaglie di un terreno adiacente. Una densa colonna di fumo che aveva reso l’aria irrespirabile facendo scattare l’allarme e la segnalazione dei vicini. Un intervento decisivo e tempestivo che ha rassicurato i residenti della zona. Elevate le sanzioni del caso e si riaccendono i riflettori su uno delle maggiori criticità estive. Il sindaco, Giuseppe Canfora, ha emesso una ordinanza che tra le altre cose vieta fino al 30 settembre “a chiunque di accendere fuochi all’aperto nei boschi e per una distanza ad essi Inferiore a 100 metri, di accendere fuochi nei pascoli. La bruciatura delle stoppie e la pulizia dei castagneti da frutto debbono essere preventivamente denunciati al sindaco ed al combinando stazione forestale competente”. La criticità su tutto il territorio si è cercata di arginare con un decreto dirigenziale della Regione Campania dello scorso giugno che fa “divieto assoluto di bruciatura di vegetali, loro residui o altri materiali connessi all’esercizio delle attività agricole nei terreni agricoli, anche se incolti, degli orti, parchi e giardini pubblici e privati, nonché la combustione di residui vegetali forestali”

Redazione
Da Redazione luglio 15, 2018 15:24

Seguici su…