Botti di fine anno: artificieri dell’Esercito nelle scuole per prevenire incidenti

Redazione
Da Redazione dicembre 28, 2015 14:11

Botti di fine anno: artificieri dell’Esercito nelle scuole per prevenire incidenti

E’ ripresa la campagna di sensibilizzazione ed informazione rivolta ai più giovani, sul tema dell’uso incauto o improprio dei fuochi artificiali ed i pericoli da essi derivanti.

A tale scopo, nell’ambito delle iniziative previste da un protocollo d’intesa stilato con la Direzione Scolastica Regionale per la Campania, sono stati organizzati una serie di incontri che vedono come protagonisti gli artificieri del 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta e gli studenti di alcuni istituti scolastici di Napoli e provincia, dove la problematica è maggiormente avvertita. Il progetto, come per le edizioni degli anni passati, si sviluppa grazie alla collaborazione tra due importanti Comandi dell’Esercito Italiano, quali il 2° Comando delle Forze di Difesa di San Giorgio a Cremano ed il Comando Forze di Difesa Interregionale Sud di Napoli.

Grazie all’elevata professionalità ed esperienza degli artificieri del 21° Reggimento Genio acquisita sia nel campo della bonifica del territorio da ordigni esplosivi e residua
ti bellici con circa 500 ordigni disattivati nell’anno in corso, che a seguito delle numerose operazioni condotte all’estero, ultima in ordine cronologico in Afghanistan, molte saranno le informazioni utili trasmesse agli studenti. Le conferenze si svilupperanno attraverso un percorso che avrà inizio con l’illustrazione delle principali normative vigenti in materia di fuochi legali e non legali, per poi proseguire con la proiezione di filmati orientati a sensibilizzare i giovani sull’uso corretto dei fuochi artificiali e dei danni da essi derivanti.

Le attività si concluderanno con una mostra delle principali attrezzature in dotazione ai team di artificieri dell’Esercito Italiano. L’attività, sulla scia delle precedenti edizioni, vedrà sicuramente la partecipazione attiva degli studenti e rappresenta un’ulteriore occasione per far avvicinare i giovani e i meno giovani alla cultura ed all’alta professionalità dell’Esercito Italiano, unanimemente riconosciuta anche all’estero, che anche in questa iniziativa si presenta come “una risorsa al servizio dei cittadini».

Redazione
Da Redazione dicembre 28, 2015 14:11

Seguici su…