Beni confiscati: maxi finanziamento per riuso a fini sociali

Redazione
Da Redazione aprile 24, 2018 15:56

Beni confiscati: maxi finanziamento per riuso a fini sociali

Il sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, insieme all’assessore al patrimonio e al demanio, Emilia Esposito, hanno annunciato che il Comune è stato ammesso dalla Regione Campania al finanziamento per il riuso per fini sociali dei beni confiscati alla criminalità organizzata, che ammontano ad un valore di un milione e mezzo di euro. Il progetto, che prevede l’investimento dei fondi in questione, ha per oggetto la creazione di un laboratorio didattico ed un museo ecologico divulgativo dei prodotti tipici dell’Agro sarnese-nocerino e delle eccellenze enogastronomiche del territorio. Queste strutture sorgeranno in via Ingegno, nello specifico, nell’area confiscata al clan Galasso. “Dopo due anni di incontri con la Prefettura e l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, possiamo finalmente dire di aver raggiunto un altro importante obiettivo”- spiega l’Assessore al Demanio e al Patrimonio, Emilia Esposito, che continua- ” E’ intenzione del Comune di Sarno utilizzare l’area confiscata al clan Galasso destinando tale spazio a un luogo in cui liberare i saperi, le persone, la loro creatività e la possibilità di contribuire al benessere collettivo”. Già nello scorso gennaio l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata aveva trasmesso al Comune di Sarno il decreto dei beni immobili e dei terreni confiscati alla cosca camorrista in via Ingegno, i quali sono poi passati a far parte del patrimonio indisponibile di Palazzo San Francesco. Nei mesi che hanno seguito la vicenda, , dopo che la Giunta comunale ne aveva approvato lo studio di fattibilità, l’Ente si era candidato per essere ammesso alla gestione dei casolari confiscati al clan Galasso per destinarvi progetti quali PON Legalità e POR Campania.

 Carmela Landino

Redazione
Da Redazione aprile 24, 2018 15:56

Seguici su…