Auto pirata – Arriva al pronto soccorso con un occhio fuori dall’orbita

Redazione
Da Redazione marzo 10, 2015 09:30

Arriva al pronto soccorso con un occhio fuori dall’orbita ed una frattura alla mandibola. E’ giallo sull’incidente. Il 16enne, ancora cosciente all’arrivo in ospedale, ha raccontato di  un’auto che lo ha tamponato mentre era in sella alla sua bicicletta e poi strattonato fino a farlo finire contro il marciapiedi. L’automobilista sarebbe poi scappato senza prestare soccorso. I carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo Tommaso Merola, che indagano sul fatto, dopo i primi rilievi non hanno riscontrato sull’asfalto i segni della frenata di alcuna autovettura e stanno procedendo con  ulteriori verifiche. E’ stato già accertato, grazie a dei testimoni, che il ragazzo stesse percorrendo la strada principale della frazione di Episcopio, lungo viale Giovanni Paolo II, in sella alla sua mountain bike e che ad un certo punto si sia avvertito un tonfo. La bicicletta, però, non è stata ritrovata sul posto. I carabinieri sono certi sia stata rubata in un secondo momento. Alcuni testimoni hanno raccontato che un’auto che si sarebbe fermata ed avrebbe caricato la bici. Fatta sparire per evitare i rilievi? Si indaga a tutto campo. Già nella serata di ieri sono state ascoltate diverse persone, compreso l’uomo che ha accompagnato il ragazzo all’ospedale del “Martiri di Villa Malta” di Sarno.

Alcuni testimoni hanno raccontato di un forte rumore udito anche nella piazza adiacente. Il fatto è accaduto intorno alle 18. C.S., queste le iniziali del giovane,16 anni, residente a Sarno, è arrivato in codice rosso nei locali del pronto soccorso di via Sarno Striano accompagnato da un uomo che lo ha aiutato prendendolo da terra e caricandolo in auto. Insanguinato, ma cosciente, con fratture al volto e su tutto il corpo. Una grave ferita al cranio che ora rischia di fargli perdere l’uso di un occhio. Al giovane sono state subito riscontrate una frattura della parete dell’orbita, una frattura pluriframmentaria della mandibola. Una situazione generale molto critica tale da richiedere, dopo le prime cure, il trasferimento immediato presso il Policlinico Federico II di Napoli per essere sottoposto ad un intervento chirurgico di urgenza. Un impatto violentissimo contro un angolo del marciapiedi nella curva che lambisce lo spiazzo della chiesa. Il ragazzo ha raccontato di un’auto che lo ha prima urtato, agganciandolo da un lato, e poi trascinato sull’asfalto fino all’impatto con il marciapiedi. Tramortito e sanguinante, è stato soccorso dopo diversi minuti. Rannicchiato in un angolo, riverso a terra in una pozza di sangue. E’ stato sollevato di peso e caricato in auto. All’ospedale è stato subito raggiunto dai familiari. Sotto choc i genitori. I carabinieri stanno ora cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente che risulta molto complessa.

Rossella Liguori

 

Redazione
Da Redazione marzo 10, 2015 09:30

Seguici su…