Aniello Cascella sul podio al Campionato Italiano NBFI. Intervista al campione: tutti i consigli su alimentazione ed allenamenti…

Redazione
Da Redazione ottobre 11, 2016 10:11

Aniello Cascella sul podio al Campionato Italiano NBFI. Intervista al campione: tutti i consigli su alimentazione ed allenamenti…


Lo sguardo fiero, 31 anni, una medaglia al collo ed una coppa tra le mani. Un corpo scolpito da sacrifici con allenamenti costanti  e dieta mirata. Semplicemente “Natural”. E’ Aniello Cascella, il campione sarnese. Un atleta forgiato da anni di preparazione. Tutto è iniziato quasi per gioco, ma il passo verso la passione è stato breve. Ed i risultati non si sono fatti attendere. Un passo dopo l’altro e via in volata verso la vittoria. Ha conquistato il primo posto a Cervia e poi il secondo a Firenze. Un secondo posto Bodybuilding categoria medi, per l’8° Campionato Nazionale NBFI. Un podio meritato. Noi lo abbiamo intervistato. Ci ha parlato dei sacrifici, ha lasciato consigli per chiunque voglia avvicinarsi a questo sport ed ha spiegato la bellissima atmosfera che si respira nel backstage. “Il momento più bello si vive sempre lì, dietro le quinte succede davvero di tutto, ci si confronta, si sorride, ci si danno consigli. Diventiamo subito tutti amici. Questo ti fa capire quanto sia bello questo sport”.
 
INTERVISTA
 
Prima volta in una competizione ed è già podio. Una bella soddisfazione. Quali sono le emozioni e le sensazioni che provi?
Ho provato tantissime emozione quel giorno, il cuore a 1000, le mani sudate, il respiro affannato, il tremore degli arti, le lacrime agli occhi. Difficile trovare le parole per descriverle le tante emozioni e sensazioni. Mi rigiravo quella coppa tra le mani e non riuscivo a capacitarmi di cosa fosse successo. Bisogna trovarsi su quel palco davanti a quel pubblico ed ai giudici per sentirlo sulla pelle, è qualcosa che ti resta impresso dentro. Sono soddisfatto per il risultato conseguito alle selezioni organizzate dall’ associazione NBFI (Natural Bodybuilding Fitness Italia) del Gran Prix Natural Muscle tenutosi a Cervia, dove ho conquistato il 1° posto nella Categoria Medi Bodybuilding, tutto ciò si è realizzato grazie all’ impegno, la determinazione, la voglia di dimostrare valore. E tutto quello che ho messo in questi anni fatti di duri sacrifici. Oggi mi ritengo soddisfatto, finalmente ho avuto l’ opportunità di partecipare al campionato italiano NBFI, dove ho raggiunto la zona podio come 2° Classificato. Mi emoziona pensare di essere Vicecampione Italiano NBFI Bodybuilding Categoria Medi.
 
Quando hai iniziato questo percorso fatto di tanta passione e tanti sacrifici?
Questo percorso è iniziato 15 anni fa per gioco, ma con il tempo è diventato una passione. All’ età di 16 anni mi sono avvicinato al mondo del fitness, per migliorare il mio aspetto fisico perché a quell’ età, si sa, si cerca di apparire al meglio fra gli amici, anche solo per arrivare a mostrare un fisico migliore in spiaggia. Da quel gioco intrapreso con pochi amici, oggi per me è diventato uno stile di vita a cui non riesco a rinunciare, anche perche nel corso degli anni ho visto il mio corpo modificarsi sempre in meglio e ricevere tanti complimenti da chi mi conosce e non. Per noi amanti della ghisa questo sport  rende ogni giorno  più determinati nel raggiungere gli obiettivi posti. Si capisce fino in fondo sa cosa voglia dire sport sano fatto di sacrifici, sia da un punto di vista alimentare, dove ci sono tante rinunce anche durante le varie ricorrenze;  e dal punto di vista degli allenamenti che si cerca di non saltare nemmeno durante i giorni festivi. I risultati durante questo cammino non sono mancati. E’ vero che si fanno i sacrifici, ma le soddisfazioni non mancano mai. Portato dalla passione ho acquisito il brevetto di Istruttore di Pesi e Fitness che esercito anche di professione.
 
Quali consigli senti di dare ad giovane che intenda intraprendere la tua strada? Quale alimentazione e che tipo di esercizi
 La mia risposta e semplice lavorare: ore e ore in palestra, seguire una alimentazione corretta e sana e cercare di ridurre al minimo gli eccessi. I miei consigli su come raggiungere questo livello, per quanto riguarda l’ alimentazione e di fare almeno 5-6 pasti (Colazione, Merenda, Pranzo, Spuntino, Cena e Prenanna) al giorno, dove andranno frazionate le varie quote di macronutrienti in modo da mantenere sempre alto ed efficiente il vostro metabolismo. Le fonti che vanno a comporre una alimentazione da campione sono le seguenti: Cereali integrali come Avena, Grano saraceno Farina di segale integrale, pasta integrale, riso, qualche volta pasta di semola di grano duro, pane integrale, albume, carni bianche (pollo e tacchino) carne rossa magra almeno 2 volte a settimana, pesce (merluzzo, salmone, pesce persico e nasello), mandorle, tuorli, pinoli, pistacchi. Si devono bere almeno 2lt di acqua al giorno in modo da regolare la termogenesi. Per quanto riguarda l’allenamento  consiglio di fare almeno 3 giorni a settimana: il corpo cresce quando riposa ricordatelo. Gli allenamenti possono essere svolti in monofrequenza o ancora meglio in multifrequenza, consiglio di scegliere sempre gli esercizi più idonei alle  proprie esigenze sotto il controllo di un esperto senza mai abbandonare i 3 grandi Big lift (Panca Stacco e Squat) fatti con esecuzione perfetta. Inoltre il mio invito più importante è quello di non scegliere mai la strada più facile per raggiungere i risultati, i frutti si ottengono con il duro sacrificio e non con l’ assunzione di farmaci dopanti che danneggiano solo la salute, per questo vi consiglio di denigrare chi vi sottopone a questa scelta. Non a caso io ho scelto l’ associazione NBFI dove ci sono tutti atleti DRUG FREE (100% Natural).
 
Hai parlato spesso del “dietro le quinte” e della bella atmosfera che si respira prima di ogni gara. Uno sport fatto di sana competizione ed anche di amicizia a quanto pare…
Secondo me, il vero show si svolgere dietro le quinte dove tutti gli atleti si preparano al meglio per la battaglia finale, c’è chi si ripassa le pose, chi la routine, chi si scatta le foto con gli altri atleti, il tutto scorre velocemente in questo frangente e senza nemmeno accorgersene arriva il momento di salire sul palco. Inoltre, si può dire davvero che nascono vere amicizie, ci si scambiano le varie opinioni su cosa aggiustare. Ci si confronta con massima disponibilità anche se ci si conosce appena. Quello che ci accomuna e prevale sulla competizione è la passione per questo sport che ci fa sentire tutti come una grande famiglia.
 
Chi vuoi ringraziare?
Inizio con ringraziare la mia famiglia che mi è stata sempre vicino e mi ha permesso di arrivare fin qui. Un ringraziamento speciale lo faccio a mia mamma che tutti i giorni è pronta a cucinare i vari pasti che mangio durante la giornata. Mia sorella sempre disponibile ad aiutarmi nella preparazione alle gare e non solo. Poi voglio ringraziare la mia fidanzata e la sua famiglia, lei che mi sta accanto da ben 7 anni e mi ha sempre supportato nel raggiungimento dei miei propositi, dei miei obiettivi. Forse senza di lei tutto questo non avrebbe avuto un seguito, mi ha dato sempre le giuste motivazioni nel continuare. Devo dire, ahimè, mi sopporta anche con le tante rinunce che faccio e le faccio fare durante l’ anno. Ringrazio il mio coach, Francesco Paleari che, pur seguendomi a distanza, riesce a trasmettermi la giusta carica per ogni allenamento a cui mi sottopone. Ringrazio tutta la NBFI, dal presidente Sandro Ciccarelli a tutta la linea giudici per l’ opportunità di confrontarci in un ambiente sano quale vuole essere il NATURAL BODYBUILDING. Infine, ringrazio gli amici di sempre che mi sono stai vicini ed hanno fatto il tifo per me.

Redazione
Da Redazione ottobre 11, 2016 10:11

Seguici su…

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
Seguici via Email
SHARE