Ambulante fugge dai controlli e travolge un uomo che ora rischia la vita

Redazione
Da Redazione ottobre 17, 2014 16:58

Ambulante senegalese si sottrae all’identificazione, scappa correndo tra la gente e travolge un uomo che ora rischia la vita. L’extracomunitario è stato poi fermato dai carabinieri e sulla vicenda è stato aperto un fascicolo di inchiesta.  Una mattinata di ordinaria attività di controllo al mercato settimanale in via San Valentino, con gli uomini della polizia municipale, agli ordini del comandante Vincenzo Mari, impegnati nella verifica delle autorizzazioni degli ambulanti e della merce in vendita. I caschi bianchi stavano esaminando licenze e permessi di tutti i venditori ambulanti, quando, intorno alle 9:30, si sono avvicinati al giovane senegalese intento ad esporre la propria merce su un telo poggiato a terra. Gli hanno chiesto di mostrare i documenti, ma il 23enne ha da subito assunto un atteggiamento di resistenza passiva, evitando di rispondere e cercando di rimettere la merce in un borsone per andare via. All’insistenza dei vigili il ragazzo ha iniziato a lamentarsi  dicendo di voler andare a casa e di non capire la lingua. A quel punto gli uomini della polizia municipale hanno spiegato che si trattava di un semplice controllo riuscendo a convincere il senegalese a seguirli presso il comando vigili proprio adiacente all’area mercatale. Hanno appena varcato il cancello, quando il giovane con uno scatto si è voltato ed ha iniziato la fuga. Una corsa forsennata tra le bancarelle cercando di dileguarsi tra la gente. Una corsa folle finita addosso ad una coppia. Marito e moglie, entrambi di Sarno, sono stati letteralmente stravolti dal giovane. La donna ha tentato di aggrapparsi ad un banco di esposizione per non cadere, l’uomo  invece è finito all’indietro battendo la testa. Un impatto violentissimo con l’asfalto che gli ha fatto perdere i sensi. I caschi bianchi si sono fermati a soccorrere A.D.L., 65 anni, mentre sul posto sono arrivati anche i carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo Tommaso Merola. I militari hanno fermato il senegale che è stato trattenuto in caserma per ascoltare la versione dei fatti e controllare i documenti ed il permesso di soggiorno. Sul posto una ambulanza del 118. Le condizione del 65enne sono apparse subito molto gravi tanto da richiedere il trasferimento urgente  presso il reparto di neurochirurgia dell’Umberto I di Nocera Inferiore. I medici hanno riscontrato una frattura regionale parietale, una grave emorragia cerebrale e si sono riservati la prognosi.  Il senegalese è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

Redazione
Da Redazione ottobre 17, 2014 16:58

Seguici su…