Alluvionati e case mai intestate: il paradosso del post alluvione

Redazione
Da Redazione ottobre 27, 2015 10:44

Alluvionati e case mai intestate: il paradosso del post alluvione

Alluvionati: case ricostruite, ma mai intestate. Questa sera, alle ore 17 in prima convocazione, in consiglio comunale arriva la discussione sull’assegnazione delle aree dei fabbricati ricostruiti a seguito dell’alluvione nel comparto Pedagnali – Casasale. È il paradosso del post alluvione del 5 maggio 1998. A 17 anni dalla tragedia si fanno ancora i conti con vicende che sono surreali. I residenti della zone devastate e poi ricostruite non sono ancora diventati proprietari delle proprie abitazioni. Fatto che ancora oggi non consente loro neppure di accendere mutui per pagare le somme che ancora restano sul tavolo. Come se non bastasse ai cittadini di via Pedagnali e via Casasale, che sono le zone maggiormente colpite nel 1998, toccano anche gli oneri di urbanizzazione che ammontano a circa 3 milioni di euro. Quindi impianto di pubblica illuminazione, rete fognaria, riqualificazione e rifacimento delle strade. Servizi e sottoservizi che in realtà già c’erano. Il consiglio comunale prova a chiudere una delle pagine più tristi del post frana, strascichi che hanno dell’incredibile. Lo spiega il vicesindaco Gaetano Ferrentino, sottolineando l’atto di responsabilità nel mettere sul tavolo la parola fine ad una annosa vicenda. “Un paradosso in questa grande tragedia, persone che si ritrovavano a dover pagare cose e servizi che già avevano. È un atto di grande coraggio. Io spero che il consiglio comunale non vada a dividersi su questo argomento perché davvero è un colpo di spugna ad una grave ingiustizia e si cancella definitivamente una delle pagine più brutte di questa ricostruzione. Dopo il consiglio comunale potremmo passare agli atti di assegnazione per ciascun proprietario che finalmente tornerà padrone del proprio terreno e della propria casa”.

Redazione
Da Redazione ottobre 27, 2015 10:44

Seguici su…

RSS
Facebook
Facebook
YouTube
Seguici via Email
SHARE