Allevi: “Volo a Sanremo sulle ali dell’amore”

Redazione
Da Redazione gennaio 22, 2015 09:44

Sono felicissimo dell’invito di Carlo Conti. Porterò al festival un po’ di amore". Così Giovanni Allevi ammette sorridendo che sarà superospite del festival di Sanremo (dopo essere stato componente della commissione musicale che ha scelto i brani in gara) con un assaggio del suo nuovo album ‘Love’, che esce oggi, anticipato dai singoli ‘My family’ e ‘Loving You’ e che contiene 13 tracce, ognuna dedicata ad una sfaccettatura diversa dell’amore.

"Voglio fare mia -dice il pianista e compositore- la frase di Papa Francesco quando dice che sarà l’amore l’unica possibile via di uscita alle tante situazioni di conflitto e sofferenza che ci sono al mondo. Non tanto l’amore universale ma quello diffuso nelle relazioni con gli altri. E nel mio tour mi farò ambasciatore di questo messaggio", aggiunge il musicista che sarà in tour per circa due mesi dal 27 febbraio (partirà dal Cadogan di Londra) al 29 aprile (chiuderà al Politeama di Genova) toccando tutta Europa e gran parte della penisola

Anche per quest’album, il nono della sua carriera, Allevi confessi di aver composto la sua musica "prima nella testa, poi l’ho messa sul pentagramma e infine l’ho suonata al pianoforte: a me -sottolinea- accade sempre così, con la musica che mi arriva nella mente e non mi lascia scelta. Ed è per questo che i miei brani sono sempre così diversi. Se li componessi suonando inevitabilmete alcuni si assomiglierebbero tra loro".

Se gli si chiede cosa pensi dei talent show, anche alla luce della sua esperienza di selezionatore per Sanremo 2015 che annovera diversi Big in gara di provenienza ‘talent’, Allevi dice di non avere preclusioni: "Io sono aperto ad ogni tipo di esperienza. Io posso parlare della mia musica e credo che trovi da sé i propri spazi. L’importante è che arrivi al cuore della gente". Poi parlando del suo "sogno di riportare all’attenzione collettiva la figura del compositore", Allevi ammette che non gli dispiacerebbe "un ‘X Factor’ della composizione": "Sarebbe una bella idea. Anche se da emotivo quale sono mi viene un po’ d’ansia se mi immedesimo nei giovani in gara, che devono essere giudicati".

Quanto all’attività live, Giovanni Allevi coltiva un altro sogno: "Sono marchigiano e prima o poi vorrei fare un concerto nelle Grotte di Frasassi. Non appena avrò composto una ‘Serenata per il Geotritone’, che è un animaletto anfibio che vive solo nelle grotte".



http://www.adnkronos.com/

Redazione
Da Redazione gennaio 22, 2015 09:44

Seguici su…