Alfonso Maria Fusco, il santo angrese raccontato in due libri. Domani la presentazione

Redazione
Da Redazione settembre 6, 2016 14:59

Alfonso Maria Fusco, il santo angrese raccontato in due libri. Domani la presentazione

La Congregazione delle Suore di San Giovanni Battista, in collaborazione con l’associazione culturale DoriaArt in Progress, presenterà mercoledì 7 settembre alle ore 18, presso l’auditorium “Don Franco Alfano” della Parrocchia Santa Maria delle Grazie in via Leonardo da Vinci in Angri (Sa), due libri dedicati alla figura di Alfonso Maria Fusco, che sarà canonizzato il prossimo 16 ottobre in piazza San Pietro da papa Francesco. Si tratta di due volumi che raccontano dettagliatamente la storia del santo angrese, fondatore delle Suore Battistine del Nazareno, che attualmente operano in ogni parte del mondo col nome di Suore di San Giovanni Battista. Il primo volume dal titolo “Da Angri al mondo: il sorriso di Dio”, a cura di Antonio Ricciardi e di Lina Pantano, Editoriale Progetto 2000, traccia la biografia di Alfonso Maria Fusco, sacerdote secondo il cuore di Cristo, per scoprire il segreto della sua santità. Si tratta di un racconto che intende lasciare al lettore la gioia della scoperta di una vita sorprendente, ispirata giorno dopo giorno dallo Spirito Santo. “E’ questo un libro – ha scritto nella presentazione il cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi – scritto con sapienza storica e unzione spirituale da padre Antonio Ricciardi. Sono pagine da leggere col cuore, da meditare e assimilare con amore”. Si tratta, infatti, dell’avventura straordinaria di un santo, don Alfonso Maria Fusco, che affidò la sua esistenza interamente nelle mani della Provvidenza, presenza misericordiosa e sempre benevola verso i suoi figli. Il secondo libro, “Sant’Alfonso Maria Fusco. Tutto per la gloria di Dio e il bene delle anime”, è una nuova biografia, scritta con amore e competenza da suor Lina Pantano, superiora della provincia italiana della Congregazione delle Suore di San Giovanni Battista, proprio in occasione della canonizzazione. Ha il pregio della agilità, della chiarezza e della completezza storica. In poche pagine, suor Lina ci fa entrare nel vissuto meraviglioso di un sacerdote semplice, povero, vicino a Dio e agli uomini. “Un padre da ammirare e un fratello maggiore da imitare”, scrive l’Arcivescovo Marcello Bartolucci nella Presentazione. Dalla vocazione coltivata dall’infanzia all’ordinazione sacerdotale che vide don Alfonso aperto alle sfide del suo tempo fino alla fondazione dell’Istituto delle Suore Battistine del Nazareno. Un carisma prezioso e innovativo, quello di Sant’Alfonso Maria Fusco, servo fedele sulla terra, protettore amorevole dal cielo. Oggi la Congregazione è presente nel mondo intero e la santità del fondatore edifica e ispira con le sue virtù generazioni di consacrate e di giovani di ogni cultura e nazione. All’evento, realizzato in collaborazione con l’associazione culturale DoriaArt in Progress, presieduta da Fabio Russo, a cui è invitata la cittadinanza, sarà presente e animerà la tavola rotonda l’editore di Progetto 2000, Demetrio Guzzardi. Sarà presente anche l’autrice Lina Pantano, la Madre generale Suor Rosaria Di Iorio, il vescovo della Diocesi Nocera – Sarno, Mons. Giuseppe Giudice e la professoressa Raffaella Del Pezzo, pronipote di don Alfonso Maria Fusco. Un momento importante per il popolo di Angri e del territorio dell’Agro nocerino – sarnese per conoscere meglio un santo di questa terra. “I santi, che hanno vissuto il Vangelo di Cristo, hanno sempre qualcosa da dire agli uomini di tutti i tempi – ha dichiarato Suor Lina Pantano – La loro presenza nella storia è un richiamo di letizia in un mondo che rischia di perdere il gusto della gioia, un grido di speranza, un esempio di generosità in una società troppo avara per essere felice, un invito a Dio del quale l’umanità, anche inconsapevolmente, non può fare a meno. Alfonso Maria Fusco condivide la storia del suo paese, della sua gente, ne vede le fatiche, soffre in particolare nel vedere i ragazzi abbandonati. Conoscere la sua storia è un dono prezioso perché i santi vanno imitati, hanno da insegnarci molte cose. Vi aspettiamo numerosi alla presentazione di mercoledì 7 settembre presso la Parrocchia Santa Maria delle Grazie in Angri”.

14281556_10208684530923901_123668676_n

Redazione
Da Redazione settembre 6, 2016 14:59

Seguici su…