25 aprile a Sarno: corteo e commemorazione

Redazione
Da Redazione aprile 25, 2018 17:37

25 aprile a Sarno: corteo e commemorazione

Corteo “Mai più fascismo” quello realizzato nella mattinata del 25 aprile a Sarno, dall’Associazione Nazionale Partigiani Italiani, meglio conosciuta come ANPI, insieme alla Pro Loco, all’associazione culturale “Aretè”, all’associazione Arma Aeronautica di Sarno, all’ASI, Branco Solidale, Legambiente circolo Leonia, Nuova Officina, Partito Democratico, Potere al Popolo, Rifondazione comunista, Sinistra Italiana e Liberi e Uguali. Il corteo ha preso il via a piazza Municipio, sotto la casa Comunale, ha proseguito lungo Piazza Garibaldi per arrestarsi a Piazza Marconi, dove il sindaco, Giuseppe Canfora, precedendo le note del “Silenzio”, ha tenuto un discorso commemorando le vittime di Sarno e delle zone limitrofe cadute nella lotta al nazifascismo. Sempre in Piazza Marconi è stata allestita una mostra con l’esposizione di documenti risalenti agli anni della Resistenza, che racchiudono anche una piccola rassegna della stampa clandestina del periodo. Uno degli atti più significativi di questa manifestazione risulta essere il protocollo della richiesta di revoca della cittadinanza onoraria a Benito Mussolini, e tutti i rappresentanti che vi hanno preso parte sperano che al primo consiglio utile non solo il sindaco, ma l’amministrazione intera, possa dare seguito a questa iniziativa. Dopo il discorso del sindaco, il quale ha dichiarato che la democrazia è un gracile fiore da preservare, i partecipanti hanno assistito ad un flash mob organizzato dalla sezione dell’Agro sarnese-nocerino di Potere al Popolo, che hanno intonato la canzone “Bella ciao”, simbolo della Resistenza partigiana, ed esposto dei cartelli che ricordano la resistenza e l’antifascismo ‘contemporanei’. 

Carmela Landino

Redazione
Da Redazione aprile 25, 2018 17:37

Seguici su…